Spazio

Curiosity: via alle perforazioni su Marte

Il laboratorio della Nasa nei prossimi giorni inizierà a perforare una roccia piatta che potrebbe rivelare segreti sulla composizione del suolo

Il robot laboratorio della Nasa Curiosity è pronto a perforare la prima roccia marziana con il suo trapano. Lo sperimenterà nelle prossime due settimane su una roccia piatta con deboli venature e nodi che potrebbero racchiudere molti segreti dell'epoca in cui sul pianeta rosso scorreva l'acqua.

Lo ha annunciato la Nasa in una conferenza stampa, specificando che sarà l'avvenimento più importante della missione Mars Science Laboratory (Msl) dal momento dell'arrivo di Curiosity su Marte, il 6 agosto, ha osservato il responsabile della missione Richard Cook, del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa. È un'operazione piena di incognite: ''non saremo sorpresi se qualcosa non dovesse andare come previsto'', ha detto ancora Cook.

Non sarà infatti possibile avere il controllo del trapano e del modo in cui interagirà con la roccia durante la perforazione. La roccia che Curiosity trapanerà appartiene al letto di un antichissimo fiume ed e' stata chiamata "John Klein" in onore dell'ex responsabile della missione Msl, morto nel 2011. Inizialmente Curiosity raccoglierà alcuni campioni di polvere all'interno della roccia per "impregnare" il trapano, quindi inizierà la perforazione e tutti i frammenti di roccia raccolti saranno analizzati nel laboratorio di bordo del rover per individuare la composizione chimica

© Riproduzione Riservata

Commenti