zanzara_zika
Salute

Zika, il Ministero della Salute intensifica le disinfestazioni

In Italia si ordina ai Comuni la bonifica delle zone dove sono stati accertati 63 casi di malattia da virus

L'estate è quasi finita ma le zanzare continuano a pungere e si torna a parlare anche di Zika. Se fino a poche ore fa infatti la notizia dell'atleta indiana messa in quarantena al suo rientro da Rio perché accusava i sintomi classici portati dalla puntura di zanzara (poi rivelatisi essere un contagio da febbre suina) aveva riportato alla ribalta l'insetto, dopo l'allarme dei giorni scorsi lanciato dalla Florida, ora anche l'Italia si fa sentiere prendendo provvedimenti e attivando nuove disinfestazioni.

Con una circolare il Ministero della Salute e dell'Anci sollecita infatti i Comuni ad intensificare le misure di prevenzione nei confronti delle malattie trasmesse dagli insetti cosidetti vettori (ossia che permetteno il trasporto o la trasmissione di un agente patogeno e che riguardano definizione Zika ma anche Chikungunya, Dengue e West Nile) attraverso, tanto per cominciare, la disinfestazione massiccia nei confronti delle zanzare.

LEGGI ANCHE: Zika, sale l'allarme a Miami Beach


Proprio in questi giorni è stato diagnosticato un caso di Dengue emorragica importato dalle Filippine, mentre salgono a 63, da gennaio ad oggi, i casi confermati di malattia da virus Zika importati nel nostro Paese, 8 quelli di Chikungunya, e 49 quelli di Dengue non emorragica. "Si richiama l'attenzione sul fatto - fa sapere il Ministero della Salute - che i Comuni sono responsabili di effettuare tempestivamente le attività per il controllo delle zanzare". E anche se per ora non sono stati accertati casi di trasmissione autoctona di Zika (ossia da parte di zanzare residenti) i Comuni sono stati richiamati a bonificare le zone intorno a quelli importati dall'estero.

© Riproduzione Riservata

Commenti