A selection of the "Spice" legal stimula
Salute

Spice, la nuova droga che spaventa la Russia

Un mix di sostanze che possono essere fumate, inalate o iniettate. Putin lancia l'offensiva per combattere lo spaccio

È chiamata comunemente "Spice", spezia, un nome semplice, ma dietro il quale si nasconde un mix di sostanze dal prezzo basso, facili da reperire, ma che se unite tra loro creano una droga letale, capace di mietere vittime per un motivo differente ogni settimana. Gli "ingredienti", infatti, cambiano a seconda dei divieti delle autorità russe, perché proprio a Mosca a dintorni la spice, conosciuta anche come cannabis sintetica, è particolarmente diffusa (e temuta).

Come riferisce Al Jazeera, lo scorso settembre sono morti 40 giovani che avevano assunto questa droga, mentre  2 mila sono stati ricoverati in ospedale. Per arginare il problema, meno di un mese fa il presidente Putin ha messo al bando ogni possibile variante rispetto alla "ricetta" della spice più diffusa.


 


La (finta) droga leggera

Il vero problema è che molti giovani continuano a farsi convincere a provarla da spacciatori senza scrupoli che la presentano come una droga leggera, al pari della cannabis. Tra le modalità di assunzione, oltre al fumo, anche l'iniezione (come l'eroina) o l'inalazione (come la cocaina). Questa sostanza stupefacente a volte viene anche "spruzzata" in forma spray sulla camomilla, per poi essere fumata.

Gli effetti collaterali

Tra gli effetti collaterali della "droga russa", chiamata da qualcuno anche solo "mix" o "sali da bagno", ci sono attacchi epilettici e di panico, allucinazioni, paralisi temporanee, ma anche problemi all'apparato respiratorio e cardiaco. Oltre a creare una forte dipendenza anche dopo poche assunzioni in un terzo di chi la assume, può creare gravi danni permanenti agli organi interni e malattie mortali come il cancro, come dimostrato da un rapporto delle Nazioni Unite del 2013. Se consumata insieme a superalcolici, come spesso accade in Russia, aumenta anche l'insorgenza di psicosi e tendenze suicide.

Danni come Krokodile

Così come accaduto per Krokodile, la droga capace di "corrodere" gli organi interni in pochissimo tempo (anche solo dopo due mesi), anche spice sta spaventando le autorità russe, che ora pensano a correre ai ripari anche innalzando le pene per spacciatori. Al momento, infatti, questi ultimi possono godere del fatto che, anche in caso di spaccio di dosi potenzialmente letali, il massimo della pena previsto è la reclusione fino a 8 anni.

Non è escluso che Mosca pensi anche a misure per bloccare l'ingresso in Russia delle "materie prime" usate per realizzare questa droga, anche se questo è particolarmente difficile: le sostanze chimiche arrivano per lo più dai vicini paesi asiatici ed entrano in Russia come tali, prima di essere lavorate in laboratori artigianali da improvvisati designers drugs.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La droga degli zombie fa paura anche in Italia

Si chiama mefedrone: costa poco, si reperisce facilmente e può portare a paranoia, psicosi gravi e addiruttira atti di cannibalismo. Le 6 cose da sapere, secondo Luigi Cervo, dell'Istituto Mario Negri

Commenti