Salute

Sigarette elettroniche, niente più vendita online?

Secondo la stampa americana, negli Stati Uniti il divieto sarebbe sempre più vicino

Ancora poco più di un mese e le sigarette elettroniche potrebbero non poter essere più vendute online. La stretta potrebbe infatti arrivare a ottobre, quando la Food and Drug Administration , ovvero l'agenzia statunitense che regolamenta il settore alimentare e della salute pubblica, potrebbe pronunciarsi sulla delicata materia. Quel che ci si aspetta, però, si annuncia come una vera e propria stangata per il settore, che sta crescendo a ritmi vertiginosi. Il mercato delle e-cig, ovvero le electronic cigarettes, è infatti in fortissima espansione, ma manca ancora una normativa che ne regolamenti l'uso, l'eventuale nocività e soprattutto le modalità di vendita.

Secondo il Wall Street Journal , però, questo vuoto normativo potrebbe essere presto colmato, a tutto svantaggio delle centinaia di siti internet che vendono migliaia di prodotti. Il quotidiano statunintense, citando fonti anonime, sostiene che la Food and Drug Administration abbia avviato una serie di colloqui con alcuni dei principali produttori di sigarette elettroniche, per trovare un accordo che non scontenti (troppo) nessuno.

Di fronte alle notevoli pressioni di alcuni gruppi, per un intervento della FDA, a fronte del rischio di danni per la salute degli "svapatori" e di chi li criconda, ora l'organismo si starebbe muovendo. In realtà il problema dei possibili effetti collaterali negativi, specie per i più giovnai, rappresenta una materia già affrontata dall'agenzia americana fin dal 2009. Fino ad oggi, però, non era seguita nessuna specifica legge. A differenza dell'Italia, infatti, negli Usa non esiste ancora neppure un divieto di consumo di sigarette elettroniche, legato all'età.

Secondo i ben informati, la FDA potrebbe fissare un'età minima richiesta per l'acquisto di e-cig intorno ai 18-19 anni. Ma se i rivenditori possono verificare l'identità e dunque i requisiti minimi degli acquirenti, nel caso della vendita online aggirare le leggi sarebbe piuttosto semplice. Da qui la necessità di un pronunciamento.

Sempre per fissare alcuni paletti in un settore che ancora non ne ha, la Fda potrebbe cogliere l'occasione per regolamentare anche la pubblicità di questi prodotti, che nel giro di pochi mesi è aumentata in modo esponenziale. Basti pensare che, secondo le stime più recenti, la vendita di e-cigarettes quest'anno negli Usa potrebbe raggiungere il miliardo di dollari, che destinati a salire fino a 10 miliardi nei prossimi 5 anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti