Salute

Star seduti? Fa male al cuore

Uno studio conferma i danni per la salute: la sedentarietà ha un effetto sulla salute cardiocircolatoria

– Credits: iStockphoto

Non è solo che muoversi fa bene al cuore, è proprio che star seduti fa male. E ora sappiamo anche esattamente a quanto ammonta il danno inferto dalla sedentarietà al benessere cardiorespiratorio. A dircelo è uno studio dell'UT Southwestern Medical Center appena pubblicato sull'edizione online della rivista Mayo Clinic Proceedings che ha analizzato l'associazione tra i livelli di forma fisica, l'esercizio fisico quotidiano e i comportamenti sedentari in 2.223 partecipanti allo studio NHANES (National Health and Nutrition Examination Survey).

Quello che i ricercatori hanno scoperto è che la quantità totale giornaliera di attività sedentarie come star seduti, guidare, guardare la tv, leggere, può essere un fattore determinante della forma cardiovascolare, indipendentemente dalla quantità di esercizio fisico svolto. Jarrett Berry, Assistente di Medicina Interna, e colleghi, hanno analizzato i dati ricavati da un accelerometro usato dai partecipanti tra i 12 e i 49 anni, che non avevano mai avuto malattie cardiache, ictus o asma. Con lo strumento è stato possibile misurare l'attività fisica quotidiana e quantificare i comportamenti sedentari. La forma cardiovascolare è stata stabilita grazie a un test effettuato sul tapis roulant.

A conti fatti l'effetto negativo di stare seduti 6 ore al giorno equivale all'effetto positivo di un'ora di attività fisica, o se preferite due ore sul divano al giorno fanno male quanto 20 minuti di cyclette fanno bene. "Abbiamo anche scoperto", aggiunge Jacquelyn Kulinski, autore principale dell'articolo, "che quando si sta seduti per periodi prolungati, ogni tipo di movimento è un buon movimento, ed è anche associato a una forma fisica migliore. Quindi se siete bloccati alla scrivania per un po', cambiate spesso posizione, alzatevi e sgranchitevi a metà di un pensiero, passeggiate mentre siete al telefono". Valgono anche quei movimenti nervosi che si fanno ogni tanto scuotendo una gamba o un piede, il cosiddetto figdeting. Tutto contribuisce a contrastare gli effetti nocivi della sedentarietà.

I cardiologi della UT Southwestern ne hanno per così di consigli da dare a chi, come la maggior parte di noi, fa lavori sedentari ma è intenzionato a restare sano e a mantnere il cuore in perfetta efficienza. Eccone alcuni:
1) fate brevi passeggiate durante l'ora di pranzo e nel corso della giornata;
2) usate un pedometro per contare quanti passi fate al giorno;
3) preferite le scale al'ascensore;
4) fate riunioni itineranti ;
5) sostituite la sedia dell'ufficio con una fitness ball oppure, meglio ancora, con un tapis roulant.

Tutto chiaro?

© Riproduzione Riservata

Commenti