Salute

Sanità: 'Chi sbaglia paghi', petizione online Cittadinanzattiva

Medico_chirurgo

Roma, 21 ott. (AdnKronos Salute) - Chi sbaglia in sanità, paghi! E' la richiesta di Cittadinanzattiva che ha presentato una petizione su Change.org, con l'appello al Parlamento, attraverso i presidenti delle Commissioni Affari sociali della Camera e Sanità del Senato, di ritirare, o modificare radicalmente, il disegno di legge sulla responsabilità professionale dei medici, che dovrebbe essere approvato in tempi brevi per contrastare la medicina difensiva.

"Fino ad oggi, in caso di sospetto errore sanitario potevi avere 10 anni di tempo per fare causa civile al sanitario; dimostrare solo di aver subito un danno. Ora, invece, oltre al danno la beffa. Infatti, il disegno di legge attualmente in discussione in Parlamento - si legge sulla petizione - cambia radicalmente questa impostazione. Se questa proposta fosse approvata, da domani: avresti solo 5 anni per fare causa al professionista; diventerebbe un tuo onere dimostrare non solo il danno, ma anche la dinamica dell'errore e le responsabilità".

Inoltre, prosegue Cittadinanzattiva, "nel procedimento penale verrebbe creato un nuovo tipo di reato, valido solo per il personale sanitario, che potrà essere punibile solo in caso di colpa grave o dolo, eliminando l'ipotesi della colpa lieve. Infine, con la riforma non è prevista la possibilità per i cittadini di sapere quante denunce siano pendenti nei confronti della struttura e del singolo professionista. Dati importanti perché tu possa scegliere consapevolmente dove e da chi farti operare".

© Riproduzione Riservata

Commenti