Salute

Salute: Ocse, Italia quarta per longevità ma dopo i 65 si vive male

anziani

Roma, 4 nov. (AdnKronos Salute) - L'aspettativa di vita in Italia, 82,8 anni nel 2013, è la quarta più alta nell'area Ocse. L'aspettativa di vita a 65 anni è anch'essa tra le più alte ed è aumentata nel corso del tempo. Tuttavia gli indicatori di salute all'età di 65 anni sono peggiori di quelli in altri paesi Ocse e l'aspettativa di vita in buona salute all'età di 65 anni in Italia è tra le più basse, con 7 anni senza disabilità per le donne e circa 8 anni per gli uomini. Lo rileva l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) nel nuovo report 'Health at a Glance 2015', nella parte dedicata al nostro Paese.

Al contempo, l'offerta di assistenza a lungo termine per gli anziani è inferiore rispetto alla maggior parte dei paesi Ocse. Il consumo di alcol, in media, è diminuito negli ultimi 20 anni più che in ogni altro paese Ocse, e i tassi di obesità tra gli adulti sono inferiori alla media. Ma i dati nazionali si basano su autovalutazioni, che probabilmente sottostimano i tassi reali.

© Riproduzione Riservata

Commenti