Salute

Salute: eclissi, in Francia occhiali sicuri in farmacia, in Italia fai da te

eclisse_rit

Roma, 20 mar. (AdnKronos Salute) - Francesi con il naso all'insù, questa mattina, a guardare l'eclisse con occhialini sicuri, venduti in farmacia, certificati dal ministero della salute e persino con finalità solidaristiche per l'incasso. Meno preparati, invece, gli italiani che hanno fatto, in molti casi, ricorso al fai da te, utilizzando i vetrini da saldatore acquistati dal ferramenta o le classiche pellicole da radiografie, metodi tutt'altro che raccomandati.

Le differenze di 'preparazione' tra i due Paesi si sono viste soprattutto a scuola e nelle iniziative delle città, con manifestazioni organizzate, per esempio, a Parigi. Ma non a Roma. Per molti genitori italiani, poi, cercare gli occhiali da portare a scuola per i figli, o anche i vetrini da saldatore, si è trasformato in una caccia al tesoro. Nella capitale i prezzi del rarissimo gadget sono rapidamente più che decuplicati, mentre i ferramenta avevano esaurito i vetrini già da giorni. Risultato: pochi i ragazzi attrezzati per vedere l'evento e, dunque, visione annullata o, nei casi di classi 'informatizzate', online.

Anche sul piano dell'informazione e dei consigli i francesi si sono impegnati di più: il ministero della Sanità ha emanato circolari ad hoc. Già l'11 marzo un comunicato ricordava che l'evento non può essere osservato senza appositi occhiali, sottolineando i rischi e le caratteristiche delle protezioni adeguate. Informazioni ribadite ieri sia dal ministero sia dalle società scientifiche che si occupano di tutela della vista e che hanno promosso anche la solidarietà: alla ricerca contro le malattie della vista e all'aiuto ai non vedenti era infatti destinato il ricavato della vendita di alcuni occhialini, venduti a 5 euro, in un kit che conteneva anche istruzioni per l'uso, notizie sulle eclissi (con calendario) e consigli per guardare l'eclisse in sicurezza.

© Riproduzione Riservata

Commenti