Salute

Ricerca: il cuore batte in sincronia se c'è fiducia fra due persone

Coppiainnamorati_inf-kwkB--1280x960@Web

Roma, 10 set. (AdnKronos Salute) - La fiducia scalda i cuori, ma soprattutto li sincronizza, come fossero due cronografi. Lo dimostra il fatto che il cuore di due persone batte all'unisono se si fidano l'una dell'altra. Lo rivela uno studio pubblicato sul 'Journal of Physiology and Behavior' dal team di Panagiotis Mitkidis dell'Interacting Minds Centre dell'Aarhus University. Gli scienziati hanno studiato proprio il legame tra battito cardiaco e fiducia.

Nella ricerca 37 coppie di partecipanti dovevano eseguire un compito insieme, costruendo macchinine con i Lego. Se però il gruppo di controllo doveva fare solo questo, l'altro era impegnato anche in un esperimento per valutare l'elemento fiducia.

Ebbene, i ricercatori hanno scoperto che "quando le persone sono impegnate nel costruire fiducia tra loro, i cuori entrano in sincronia e battono all'unisono. La fiducia è un ingrediente necessario per una cooperazione di successo, ed è molto importante per la nostra società", commenta Mitkidis. Lo studio ha dimostrato che c'è una risposta fisiologica maggiore nel 'gruppo della fiducia', sotto forma di un aumento e soprattutto della sincronia delle frequenze cardiache delle persone, rispetto al gruppo di controllo.

E questo anche quando entra in campo il denaro. In gioco, infatti, c'era un investimento finanziario simulato dai partecipanti. Questi potevano investire una parte o tutti i loro soldi in un fondo comune, da cui poi tutti avrebbero potuto ottenere profitti. Ma il sistema era studiato per moltiplicare i guadagni in base al livello di fiducia dei partecipanti.

Alla fine la sincronizzazione della frequenza cardiaca è risultata significativamente più alta nel gruppo 'fiducioso'. Così come pure una frequenza cardiaca eccitata (misurata in battiti per minuto). L'emozione e il relativo rischio potrebbero spiegare l'aumento della frequenza cardiaca, ma non certo la sincronizzazione, dicono gli studiosi.

Secondo Mitkidis, il meccanismo celato dietro questo fenomeno è ancora misterioso, ma proprio questo aspetto si è rivelato un indicatore importante del tipo di legame e del miglioramento delle dinamiche di gruppo.

© Riproduzione Riservata

Commenti