Salute

Pediatria: l'indagine, salute e famiglia i valori più importanti per gli adolescenti

giovani_colloquio_due

Lecce, 24 set. (AdnKronos Salute) - Quando c’è la salute c’è tutto. E la pensano così anche i giovanissimi italiani, nonostante l’età e la sensazione di essere invincibili tipica dell’adolescenza. La salute è, infatti, la cosa più importante della vita per il 22,74%, secondo l’indagine 'Etica ed estetica in età giovanile' dell'Osservatorio nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza (Paidòss). La ricerca, presentata durante il congresso nazionale in corso a Lecce fino al 26 settembre, ha coinvolto oltre 1.700 ragazzi delle scuole medie e superiori (il 72% ha tra i 14 e i 18 anni), per la maggior parte femmine (62,8%).

Subito dopo la salute, nella scala dei valori degli adolescenti della Penisola, contano gli affetti familiari per il 19,1%, la bontà d’animo, l’integrità morale e l’onestà per il 17,36%, gli amici per il 15,74%. Seguono la cultura e lo studio per l’8,56%, la propria immagine per il 6,65%, il denaro per il 6%. In coda una singolare accoppiata: vestire alla moda è la cosa più importante solo per il 2,1%, la religione lo è per appena l’1,75%.

La moda resta comunque una sirena di richiamo potente per i ragazzi, che nel 35% dei casi ammettono di ricorrere a mamma e papà per avere i soldi necessari a comprarsi i vestiti e nel 31% intaccano i propri risparmi pur di permettersi acquisti trendy. "C’è un 27% che sarebbe disposto a lavorare per avere i soldi necessari per essere alla moda e un preoccupante 5% che prenderebbe in considerazione ogni strada, lecita o meno, pur di vestirsi come dettano le regole del fashion", spiega Maria Rosaria Filograna, coordinatrice dell’indagine. "Si tratta tuttavia di una risicata minoranza in un panorama che ci fa realmente tirare un sospiro di sollievo", interviene Giuseppe Mele, presidente Paidòss.

Per il pediatra, "forse complice la crisi, che ha in qualche modo costretto le famiglie e pure i ragazzi a fare i conti con risorse economiche più scarse rispetto al passato, i giovanissimi sembrano ritrovare i valori veri e importanti, dimostrando di essere una generazione positiva e aperta al futuro che ha ben presente ciò che ci rende persone migliori".

Il 60% pensa, ad esempio, che siano il carisma e le capacità personali la chiave del successo, il 34% affida un grosso ruolo alla cultura, al buon gusto e alle capacità professionali. Solo il 16% conterebbe esclusivamente sulla bellezza, e appena il 6% ritiene che per riuscire nella vita serva soltanto un look all'ultima moda.

© Riproduzione Riservata

Commenti