Salute

Lavoro in ufficio, ecco gli effetti collaterali

Dal mal di schiena alla secchezza oculare, fino al diabete e al rischio di infarto: stare ore alla scrivania può far male alla salute. Lo dicono gli esperti inglesi e americani

Lavoro in ufficio: stare per molte ore davanti ad una scrivania può portare a seri problemi per la salute. Credits: Oli Scarff/Getty Images

Lavorare stanca, ma lavorare alla scrivania per molte ore può anche nuocere alla salute. Parola di esperti inglesi e americani, che attraverso due differenti ricerche hanno messo a punto un elenco dei disturbi che possono insorgere se si passano troppe ore a lavorare in ufficio. Si va dal "banale" mal di schiena, alla secchezza oculare, passando per le vene varicose fino ad arrivare a problemi cardiaci seri come il rischio di infarti. Secondo uno studio del Dipartimento delle Scienze della Salute e delle Scienze Cardiovascolari dell'Università dei Leicester, in Gran Bretagna, lavorare davanti ad un computer per una giornata intera aumenta il rischio di infarto nelle donne dell'88% e può favorire l'insorgere del diabete di tipo 2.

Colpa dell'alimentazione che, quando si lavora davanti al computer, si traduce spesso in frequenti snack ipercalorici e ricchi di zuccheri, o in junck food, come panini e patatine, consumati di frequente senza neppure alzarsi dalla propria sedia. Stare seduti molte ore davanti ad un monitor, poi, limita la possibilità di fare attività fisica. Il tutto si traduce in un inevitabile accumulo di calorie e in un aumento dei livelli di glucosio nel sangue, che possono portare a conseguenze anche gravi. Secondo la ricerca inglese, pubblicata sull'American Journal of Preventive Medicine e condotta su un gruppo di 500 tra uomini e donne, di età media intorno ai 40 anni o più, ha dimostrato come soprattutto le donne che passano molte ore sedute per lavoro, sviluppino livelli di insulina nel sangue molto elevati. A questo si aggiungano i rischi a carico del sistema cardiocircolatorio, come la formazione di vene varicose, a causa del rallentamento del flusso del sangue dai piedi alle gambe. Proprio di varici, secondo recenti studi americani, soffrono addirittura una donna su due.

Non va meglio se si prendono in considerazione i possibili danni alla vista. Fissare in continuazione lo schermo del computer porta a "dimenticare" di sbattere le ciglia, operazione che invece serve proprio a mantenere la giusta lubrificazione oculare. A complicare le cose sono poi spesso l'aria condizionata (d'estate) o l'eccessivo riscaldamento (d'inverno), che rendono l'atmosfera troppo secca. I consigli degli esperti sono quelli di ventilare il più possibile gli ambienti di lavoro, aprendo anche le finestre per cambiare l'aria, e alzarsi ogni tanto per una piccola pausa, che potrà aiutare gli occhi a riposarsi per qualche minuto. Distogliere lo sguardo dal computer, poi, permette di sforzare meno la vista, censentendo anche agli occhi di mettere a fuoco oggetti a distanze meno ravvicinate. Fare due passi, poi, serve anche a riattivare la circolazione e a "staccare" la spina per alcuni minuti dal lavoro che si stava seguendo.

Tra i danni legati al lavoro d'ufficio, infatti, c'è anche un notevole aumento di stress, che sarebbe fonte di rischio da infarto per l'88% delle donne che lavorano alla scrivania, in un ambiente di lavoro più o meno ristretto . Finita la lista degli "effetti collaterali" da lavoro da impiegate? Non proprio. Il National Institute of Neurological Disorders and Stroke americano indica nel lavoro davanti al computer una delle principali cause della sindrome del tunnel carpale, ovvero l'irritazione o compressione del nervo mediano del polso. A soffrirne sarebbero - ancora una volta - soprattutto le donne e in isura tripla rispetto ai colleghi uomini. Colpa di una predisposizione genetica causata dagli ormoni femminili e dal loro effetto sulle ossa. In questo caso, qualche beneficio può arrivare da una corretta postura, con il braccio che usa il mouse del computer completamente appoggiato alla scrivania.

Insomma, se lavorare in ufficio non è logorante quanto fare i minatori, è bene usare alcuni accorgimenti e soprattutto cercare di cambiare stili di vita (e di lavoro) che potrebbero nuocere anche gravemente alla salute.

© Riproduzione Riservata

Commenti