Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Salute

Sonno: dieci falsi miti da sfatare

Le ore di riposo perdute non si recuperano, gli anziani dormono meno e altre storie senza fondamento

Sul sonno, come sulle diete o sul mal di testa, tutti hanno una loro opinione. In genere ben radicata, peccato che spesso non sia quella giusta. Un sito specializzato sul sonno e i suoi disturbi  elenca 33 luoghi comuni, alquanto diffusi. Panorama ne ha selezionati 10, spiegando perché non hanno fondamento scientifico.

1. GLI ANZIANI HANNO BISOGNO DI DORMIRE MENO
Anche se gli anziani hanno di solito un sonno più frammentato, il loro fabbisogno non è molto diverso da quello che avevano quando erano più giovani.

2. NEI WEEKEND SI PUÒ RECUPERARE IL SONNO PERSO
Il debito di sonno accumulato durante la settimana non torna in pari solo perché si dorme di più nel finesettimana. L’effetto ristoratore dura non più di 6-8 ore. E il debito di sonno, alla lunga, diventa cronico.

3. LA TV FA DA SONNIFERO
È vero che spesso ci sono programmi noiosissimi, però addormentarsi con la tv accesa procura un riposo malsano perché interferisce con l’orologio biologico e la produzione di melatonina, ormone che favorisce il sonno.

4. L'ALCOL AIUTA A DORMIRE
Ha un effetto sedativo e ci si addormenta più velocemente, tuttavia a mano a mano che l’organismo smaltisce l’alcol il sonno diventa più leggero e disturbato e il ritmo biologico si altera.

5. PIÙ SI DORME, MEGLIO È
Il fabbisogno può variare da persona a persona anche in base ai propri geni. Molti hanno modelli di sonno flessibili, senza alcuna conseguenza. E gli ultimi studi indicano che dormire più di 9 ore ha effetti negativi sulla salute e il benessere.

6. GLI INCUBI SONO SOLO BRUTTI SOGNI
Non banalizziamoli. In realtà fanno parte di una serie di disordini del sonno chiamati parasonnie: come sonnambulismo, bruxismo (digrignare i denti) e parlare mentre si dorme.

7. SI SOGNA SOLO DURANTE LA FASE REM
Se è vero che i sogni in fase rem (rapid eye movement) sono quelli più intensi, ci sono incubi e allucinazioni (immagini ipnagogiche) che avvengono anche nelle fasi non rem.

8. QUANDO HAI L'INSONNIA, MEGLIO RESTARE A LETTO
Se non si riesce a riaddormentarsi, rimanere sdraiati al buio è inutile e controproducente (così facendo infatti si associa l’idea di insonnia al letto). Conviene alzarsi e fare altro. E casomai tornare a letto dopo.

9. UN BICCHIERE DI LATTE CALDO CONCILIA IL SONNO
Contiene triptofano, che favorisce la produzione di serotonina, essenziale per un buon riposo, però di per sé il latte non induce il sonno. Può avere un effetto placebo, perché associato all’infanzia e alle cure materne.

10. NON DISTURBARE CHI CAMMINA NEL SONNO
Tipica leggenda metropolitana, secondo cui svegliare un sonnambulo rischia di procurargli uno shock o un infarto. Probabilmente non gli piacerà, ma non corre alcun pericolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>