Salute

Gravidanze e sovrappeso: legame anche dopo la menopausa

A un un maggior numero di figli corrisponde un indice di massa corporea più elevato nelle donne mature. Ma l'allattamento tiene a bada i chili di troppo

Pancione sotto controllo (Credit: iStockphoto)

Il numero di figli avuti e i periodi di allattamento hanno un'influenza sul peso di una donna anche dopo che ha superato la menopausa. A questa conclusione sono giunti i ricercatori inglesi che hanno appena pubblicato il loro studio sull'International journal of Obesity.

I ricercatori si sono basati sulla miniera di dati fornita dal Million Women Study, uno studio prospettico su circa 750.000 donne inglesi e scozzesi in menopausa, che hanno partecipato tra il 1996 e il 2001 a un programma di screening al seno organizzato dal servizio sanitario britannico. Di queste donne era stato registrato tutto: peso, altezza, età, informazioni essenziali sullo stile di vita oltre ai dati sulle gravidanze avute e sulle abitudini e la durata dell'allattamento. Quello che è emerso è che le gravidanze fanno sentire letteralmente il loro peso sul corpo delle donne anche a distanza di molti anni. Tanto è vero che a un maggior numero di gravidanze corrisponde un maggiore indice di massa corporea misurato ben oltre i 50 anni.

Esiste però anche un circolo virtuoso innescato dall'allattamento al seno: nelle donne che dichiaravano di aver allattato per almeno sei mesi si è infatti registrato un indice di massa corporea dell'1% più basso rispetto alle altre. Se fare figli lascia in eredità dei chili in più, allattari sembra la migliore contromisura a disposisione delle donne.

Il collegamento è trasversale e vale indipendentemente da tutti gli altri fattori che possono influire sul peso. Per dimostrarlo gli autori fanno notare che le donne di status socioeconomico più basso, che tipicamente fanno meno esercizio fisico e tendono a ingrassare di più, presentano un indice di massa corporea più elevato in presenza di più gravdanze e più basso se hanno allattato.

Se una riduzione dell'1% vi sembra poco, sappiate che secondo gli studiosi basterebbe a ridurre notevolmente il numero di malattie e disturbi legati all'obesità, divenuta un problema così pressante nei paesi occidentali. Tanto che invitare le donne ad allattare al seno potrebbe diventare una valida strategia di prevenzione per la salute, non solo dei neonati ma anche delle madri.

© Riproduzione Riservata

Commenti