Salute

Droga: cala il consumo di cocaina, aumentano ketamina e ecstasy

Indagine sulle acque di scarico in Italia e in 19 città d'Europa

droga

Negli ultimi due anni in Italia è calato il consumo di cocaina, eroina e metamfetamina, quello di cannabis è rimasto più o meno stabile, mentre nell'ultimo anno è aumentato il ricorso a ketamina ed ecstasy. È quanto emerge da uno studio dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano con il 'Dipartimento per le Politiche Antidroga' della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha monitorato 17 città italiane analizzando le acque urbane di scarico.

Le analisi sono state realizzate nelle acque di Torino, Milano, Merano, Gorizia, Verona, Bologna , Firenze, Perugia, Terni, Roma, Pescara, Napoli, Bari, Potenza Palermo, Cagliari, Nuoro. Risutla che oggi il consumo di eroina interessa soprattutto il centro Italia, con Perugia capofila (5 dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti), seguita da Roma, Firenze e Terni (3 dosi al giorno per 1.000 abitanti).

La cocaina invece è più usata a Roma e Napoli (7-8 dosi al giorno per 1.000 abitanti), seguite da Milano, Torino, Firenze e Perugia (5 dosi al giorno per 1.000 abitanti).

Il consumo di droga a Milano è mediamente in linea con quello di altre città europee, anche se con alcune differenze. L'uso di cocaina è infatti 5-10 superiore  nel capoluogo milanese rispetto a quello di Svezia, Norvegia, Finlandia, Croazia e Repubblica Ceca, ma inferiore (circa la metà) a quello di Olanda, Belgio (Anversa), Regno Unito e Spagna.

L' Istituto Mario Negri ha analizzato anche i campioni di acque prelevati per sette giorni consecutivi nei depuratori di 19 città europee, e pubblicata sulla rivista Science of the Total Environment .

Il metodo messo a punto qualche anno fa dall'Istituto è stato applicato per la prima volta a livello europeo rendendo possibile il confronto dei consumi con altre città. I campioni sono stati prelevati a marzo 2011 per misurare i consumi di cocaina, amfetamina, metamfetamina, ecstasy e cannabis. Così si è visto che il consumo complessivo di cocaina in Europa è stato di circa 356 chili al giorno, un quantitativo pari a circa il 10-15% della produzione mondiale (secondo le stime dell'Onu).

I consumi di ecstasy e amfetamina a Milano sono risultati molto contenuti, ed inferiori a quelli misurati in Olanda, Belgio e Gran Bretagna, mentre si è riscontrato un consumo relativamente elevato di metamfetamina, inferiore a quello misurato a Oslo, Helsinki, Turku (Finlandia) e Budweis (Repubblica Ceca), ma superiore a quello di tutte le altre città analizzate. I consumi più elevati di cannabis sono stati riscontrati in Olanda, Francia e Spagna, seguite da Italia, Croazia e Repubblica Ceca. Cocaina ed ecstasy si confermano droghe "ricreazionali", con consumi molto maggiori nel week end.

© Riproduzione Riservata

Commenti