Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Salute

Diabete, cancro, obesità: così il tè verde aiuta la prevenzione

Una o due tazze al giorno assicurano il pieno di antiossidanti, ecco gli studi che spiegano tutti i benefici della bevanda

Introdurre una o più tazze di tè verde nella routine quotidiana può aiutare ad abbassare il rischio di ammalarsi di cancro. È quanto suggerisce una nuova ricerca pubblicata sul numero di novembre dell’American Journal of Clinical Nutrition che dimostra il collegamento tra il regolare consumo di questa bevanda (almeno tre volte alla settimana) e un rischio inferiore di ammalarsi di tumore al colon, alla gola e allo stomaco.

Lo studio è partito dai risultati dello Shanghai Women’s Health Study, che tra il 1996 e il 2000 ha messo sotto osservazione 69.310 donne cinesi non fumatrici e non bevitrici. Dopo 11 anni  si sono verificati 1.255 casi di tumore all’apparato digestivo.

I ricercatori hanno riscontrato un’associazione tra il consumo di tè verde e l’incidenza di cancro rilevando che chi consumava regolarmente questa bevanda aveva il 14% di rischio in meno di sviluppare il cancro all’apparato digestivo. E il rischio di cancro diminuiva con l’aumentare del consumo di tè e con il periodo più lungo di assunzione regolare della bevanda. L’associazione potrebbe anche essere dovuta al tipo di donne che regolarmente bevono tè verde: quelle che dicevano di assumerne grandi quantità erano anche più inclini a fare esercizio fisico, mangiare vegetariano e avevano un lavoro ben retribuito rispetto a chi ne beveva meno. Tutti fattori che potrebbero fare la differenza nel rischio di contrarre tumori.

Questo studio ha dimostrato un possibile legame tra rischio di cancro e tè verde, mentre altre ricerche hanno rilevato che questa preziosa bevanda può avere effetti positivi sulla salute in generale, grazie soprattutto alla notevole quantità di sostanze antiossidanti:

Protegge il cuore

Bere alcune tazze di un qualsiasi tipo di tè è associato a un rischio inferiore di malattie cardiache. Ma è soprattutto il tè verde a mantenere le arterie del cuore “elastiche e toniche”, il che permette di gestire meglio i cambiamenti della pressione sanguigna. I flavonoidi, potenti antiossidanti, favoriscono il corretto funzionamento delle cellule endoteliali, che a loro volta contribuiscono a prevenire l’ostruzione delle arterie.

Migliora il sistema immunitario

Alcuni esperti ritengono che la catechina EGCG (il più importante principio attivo della bevanda) sia in grado di combattere i virus. Uno studio  ha dimostrato che il tè verde impedisce lo sviluppo di un particolare ceppo del virus del raffreddore.

Combatte l’obesità

Il tè verde può aiutare a perdere i chili di troppo e prevenire l’aumento di peso. Si ritiene che 5 tazze al giorno possano aumentare la naturale capacità del fisico di bruciare il grasso. In uno studio del 2011 i topi sottoposti a una dieta iperlipidica sono ingrassati più lentamente quando contemporaneamente è stato somministrato loro del tè verde. Il potere brucia-grassi è confermato da studi svolti all'Università di Ginevra, che hanno dimostrato che gli estratti del tè fanno salire di circa il 5% il consumo giornaliero di calorie. Questo non dipende solo dalle teina e dalla caffeina contenute nella bevanda ma anche dalle proprietà della catechina EGCG che aumenta la termogenesi. La catechina, inoltre, inibisce la predisposizione alla coagulazione delle piastrine, con un effetto simile a quello dell'aspirina.

Migliora le funzioni nelle persone anziane

In una ricerca pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition condotta su 14.000 anziani di età superiore ai 65 anni, coloro che avevano bevuto una maggior quantità di tè verde hanno affrontato in modo migliore il processo di invecchiamento: compiere attività giornaliere come fare il bagno o vestirsi risultava più facile per chi consumava almeno 5 tazze al giorno.

Previene il diabete

Si ritiene che sia il tè verde che il tè nero abbiano la proprietà di abbassare la glicemia contribuendo ad allontanare il rischio di contrarre il diabete. Ma uno studio del 2006 su 17.000 adulti giapponesi ha rilevato che bere almeno 6 tazze di tè verde al giorno abbassa di un terzo il rischio di ammalarsi di diabete, mentre gli altri tipi di tè non offrivano nessuna protezione.

Abbassa il colesterolo

I polifenoli sembrano bloccare l’assorbimento del colesterolo, contribuendo ad abbassare l’LDL ovvero  la sua parte “cattiva”. In questo caso però gli effetti non sono eclatanti: secondo un recente studio i livelli si abbassano solo di 5 o 6 punti.

Migliora la memoria

I flavonoidi sembrano anche proteggere la materia grigia. Una ricerca condotta sui topi ha rilevato che il tè verde attiva lo sviluppo di nuove cellule cerebrali, migliorando la memoria e l’apprendimento. Consumare regolarmente questa bevanda inibisce lo sviluppo del morbo di Alzheimer e di altre forme di demenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>