Salute

Contraccezione: arriva il microchip con telecomando

Potrà essere impiantato sottopelle, rilascerà una dose di ormone contraccettivo tutti i giorni per 16 anni, e si potrà disattivare e riattivare con un telecomando

La ricerca del metodo perfetto per evitare gravidanze indesiderate è in corso da secoli, e un nuovo sistema si profila all'orizzonte. Lo racconta in un articolo Technology Review : si tratta di un microchip che può essere attivato o disattivato con un comando a distanza. Messo a punto dalla MicroCHIPS di Lexington, Massachusetts, il sistema in questo periodo è sottoposto agli ultimissimi test e potrebbe essere disponibile sul mercato già nel 2018. 

Il chip misura 20 millimetri per 7, viene impiantato sottopelle e rilascia ogni giorno una dose di 30 microgrammi di ormone contraccettivo, per almeno 16 anni. Questa riserva è contenuta in una speciale capsula in titanio. La donna che decide di utilizzarlo, può disattivalro in qualsiasi momento della sua vita con un telecomando esterno. In quel momento il microchip smette di esercitare la sua funzione di contraccettivo. Con la stessa facilità, dopo un'eventuale gravidanze, il sistema può essere riattivato e riprendere a funzionare.

L'idea, spiega Technology Review, è nata due anni fa, durante una visita di Bill Gates al laboratorio di Robert Langers al Massachussett Institute of Technology. Gates chiese a Langers se fosse possibile creare un sistema per il controllo delle nascite che potesse essere messo in funzione o disattivato in maniera semplice, e potesse essere usato per molti anni. Langers aveva creato molti anni prima un microchip con controllo a distanza per il rilascio di farmaci, e pensò che quella poteva essere la soluzione ideale.

Adesso, dopo le sperimentazioni scientifiche, il nuovo contraccettivo dovrà ricevere il via libera dalla Food and Drug Administration americana.

E poi dovranno essere risolti tutti i problemi relativi alla sicurezza, per garantire alle donne che nessuno possa arbitrariamente hackerare i codici di accesso e spegnere a distanza il microchip, a loro insaputa.

© Riproduzione Riservata

Commenti