Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Salute

Come sarà la nuova influenza

Più aggressiva e più contagiosa: così sarà la prossima epidemia influenzale. E 100 laboratori sono al lavoro per creare il nuovo vaccino

influenza

L’influenza che nella stagione invernale 2012-2013 colpirà milioni di italiani sarà più aggressiva rispetto a quella dell’ultimo biennio. Non è il caso di allarmarsi ma è importante che le campagne di vaccinazione per le categorie più deboli (bambini, anziani e donne in gravidanza) vengano incentivate. A lanciare l’allarme è Pierluigi Clerici, presidente dell’Associazione Microbiologi Clinici Italiani (Amcli).

Le previsioni, elaborate sulla base dei dati diffusi dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), portano a far supporre che nei prossimi mesi circolerà ancora il ceppo virale pandemico del 2009 (il virus A/H1N1 ) , ma anche due ulteriori nuovi ceppi, un ceppo B e un ceppo H3N2. Quindi, il vaccino che verrà somministrato conterrà sia quello relativo al ceppo influenzale del 2009, sia quello contenente il virus per stimolare gli anticorpi delle due nuove varianti.

Dopo la pandemia di influenza A della stagione 2009/2010 sono seguite due stagioni influenzali più tranquille, spiega Clerici, poiché hanno circolato gli stessi ceppi virali, quindi la composizione del vaccino è rimasta uguale. Ma l’influenza della stagione in arrivo sarà diversa, come hanno evidenziato le rilevazioni condotte dalle organizzazioni sanitarie mondiali. E per fronteggiarla con meno rischi sono già al lavoro oltre 100 laboratori in altrettanti Paesi, che raccolgono i virus influenzali dai pazienti e li inviano a 5 centri di riferimento (Atlanta, Londra, Melbourne, Tokyo e Pechino) che li tipizzano.

È però ancora presto per fare previsioni: i ceppi B e H3N2 potrebbero non portare automaticamente a un contagio più ampio nonostante il loro essere “sconosciuti” al nostro sistema immunitario. Le variabili sono così tante (il vaccino, il clima, le temperature…) che per gli scienziati è impossibile anticipare con precisione quale potrà essere l’andamento dell’influenza 2012-2013.

Su un fattore sono tutti concordi: niente allarmismi. Il vaccino è già pronto, regolarmente approvato dalle agenzie del farmaco mondiali e creato in base alle direttive ricevute dall’Oms.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>