dolore al ginocchio
Salute

Artrosi: occhio ai grassi nella dieta

Soprattutto quelli di origine animale danneggiano le cartilagini nelle articolazioni

Artrosi e artrite, due malattie che colpiscono le articolazioni, provocando l'infiammazione e la lesione delle cartilagini, sono compagne di vita di oltre il 16 per cento degli italiani. La loro prevalenza aumenta con l'età e tendono a interessare molto più spesso le donne rispetto agli uomini: tra gli over 75enni, il 68,2% delle donne e il 48,7% degli uomini dichiarano di soffrire di artrosi o artrite.

Dolore e rigidità delle articolazioni colpite sono tra i sintomi più comuni che accompagnano i malati anche per molti anni. Si tratta infatti di malattie croniche, che possono diventare invalidanti, con le quali i pazienti devono convivere, soprattutto a partire da una certa età. Uno studio appena pubblicato su Scientific Reports sostiene che tra le cause dell'artrosi potrebbe esserci una dieta ad alto contenuto di grassi e carboidrati.

Danni alle cartilagini
Un team di ricercatori australiani, della Queensland University of Technology e della University of Southern Queensland hanno per la prima volta trovato un'associazione tra l'artrosi e gli acidi grassi alimentari. Per farlo hanno studiato gli effetti sulle articolazioni di diete ricche di una varietà di acidi grassi saturi come il burro, l'olio di cocco, l'olio di palma, grassi animali e anche di carboidrati semplici, insomma una dieta composta in buona parte da quello che ormai si definisce junk food. "I nostri risultati", racconta Yin Xiao, che ha condotto la ricerca, "suggeriscono che non è l'usura (dell'articolazione, n.d.r.), ma la dieta ad avere molto a che fare con l'insorgenza dell'artrosi".

LEGGI ANCHE: Olio di palma: angelo o demone? 7 cose da sapere

"La funzione principale della cartilagine è di proteggere la parte terminale dell'osso in un'articolazione e assorbire la pressione sulle ossa durante un movimento che richiede il sostegno del peso del corpo, come per esempio la camminata", spiega il ricercatore. "Abbiamo scoperto che una dieta contenente carboidrati semplici insieme con il 20 per cento di grassi saturi produce modificazioni simili a quelle artrosiche nel ginocchio". In pratica gli acidi grassi si depositano nella cartilagine e ne modificano il metabolismo, indebolendola e rendendola maggiormente soggetta a danni. "Ciò, a sua volta, può portare a dolore artrosico dovuto alla perdita del effetto ammortizzante della cartilagine".

I grassi non sono tutti uguali
Se diversi acidi grassi si sono dimostrati in grado di causare infiammazione in tutto l'ambiente dell'articolazione, in realtà alcuni non sembrano fare danni. "Abbiamo testato una varietà di grassi saturi e abbiamo scoperto che l'uso a lungo termine di grassi animali, burro e olio di palma potrebbe indebolire la cartilagine", raccontano gli autori. "E' interessante notare che, quando abbiamo sostituito il grasso della carne nella dieta con acido laurico (presente nell'olio di cocco, n.d.r.) abbiamo trovato una diminuzione dei segni di deterioramento della cartilagine e di sindrome metabolica, quindi sembra aver avuto un effetto protettivo”, ha dichiarato Sunder Sekar, dottorando che ha partecipato allo studio.

Essere consapevoli dei tipi di grassi contenuti in ciò che mangiamo può fare la differenza sia per la prevenzione dell'artrosi sia per evitarne un aggravamento in chi già ne soffre. L'acido palmitico, derivato dall'olio di palma, e quello stearico, presente nei grassi di origine animale, potrebbero entrambi peggiorare l'artrosi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti