Salute

Adolescenti: l'altra faccia dell'energy drink

A un consumo più elevato di bevande per sportivi ed energetiche di associano altre cattive abitudini

– Credits: iStockphoto

Il consumo di bevande per sportivi e bibite energetiche negli adolescenti si accompagna a una serie di comportamenti scorretti: più ore passate davanti alla tv e ai videogiochi, maggior consumo di altre bevande zuccherate e fumo. Lo sostiene uno studio americano appena pubblicato sul Journal of Nutrition Edcation and Behavior che ha analizzato i comportamenti di 2.793 adolescenti delle scuole medie e superiori con un'età media di 14 anni e mezzo di Minneapolis, in Minnesota.

Lo studio prende spunto dalla constatazione che nonostante si sia registrato un calo nei consumi di bevande gassate tra i giovanissimi negli Usa, negli ultimi anni è più che triplicato il consumo di bevande per sportivi ed energy drink. Gli studiosi erano quindi interessati a scoprire che influenza potesse avere questa nuova abitudine sui comportamenti dei ragazzini. Sono state rilevate una serie di informazioni sui partecipanti: peso e altezza, frequenza di consumo dei prodotti che erano oggetto dello studio, tempo passato a fare attività fisica, videogiochi, guardare la tv e infine la condizione di fumatore o non fumatore.

Che cosa è emerso? Che nonostante a un maggiore consumo di bevande per sportivi si associassero più spesso livelli di attività fisica da moderato a intenso, nel complesso chi faceva un maggior uso di questi prodotti e di bevande energetiche presentava una serie di comportamenti poco salutari. In particolare i maschi che consumavano regolarmente bibite per sportivi guardavano circa un'ora di tv a settimana in più rispetto ai ragazzini che le bevevano meno di una volta a settimana. Quando alla bibite energetiche, i ragazzini che le consumavano almeno settimanalmente passavano circa 4 ore in più a settimana a giocare ai videogiochi, rispetto a chi le beveva meno di una volta a settimana.

Insomma a quanto pare i giovani americani non stanno davvero abbandonando le cattive abitudini, le stanno semplicemente sostituendo con altre. L'Accademia americana di pediatria raccomanda il consumo di bevande per sportivi da parte degli adolescenti solo dopo un'attività intensa e prolungata, mentre sconsigliano tout court quello di bibite energetiche perché non offrono alcun beneficio e in compensano aumentano il rischio di sovrastimolare il sistema nervoso.

© Riproduzione Riservata

Commenti