Salute

Nove consigli per vivere meglio

Dalle più recenti ricerche scientifiche suggerimenti, a volte sorprendenti, per la salute e il benessere

Su con la vita! (Credit: iStockphoto)

1. Mangia meno. No, non è solo questione di linea, anche se quello già basterebbe. I ricercatori della Scuola di Medicina della Washington University a St. Louis hanno scoperto che la restrizione calorica mantiene il cuore giovane. In chi incamera meno calorie il cuore mantiene più a lungo nel tempo la capacità di adattarsi allo stress, all'attività fisica e agli altri fattori che influenzano la frequenza cardiaca.

2. Dormi al buio. L'esposizione notturna alla luce artificiale, compresa quella che proviene dagli schermi di computer, tablet e smartphone, può causare depressione. Lo ha stabilito una ricerca condotta dai neuroscienziati dell'Ohio State University sulle femmine di criceto, che come quelle umane hanno il doppio di possibilità di sviluppare una forma di depressione.

3. Vivi al mare. Seguire questo consiglio per alcuni richiede un cambiamento di stile di vita troppo radicale, però potrebbe fare la differenza in termini di salute. Una ricerca condotta dall'Università di Exeter sui dati ricavati dal censimento del 2011 su 48 milioni di cittadini britannici ha messo in evidenza il fatto che coloro che vivevano a meno di 1 km dal mare avevano una salute migliore della media. Un ambiente più rilassante e maggiori stimoli a fare attività fisica all'aperto sono tra le spiegazioni che gli autori dello studio si sono dati.

4. Fatti un drink. Si dice sempre peste e corna degli alcolici, ma una ricerca recentemente pubblicata sulla rivista Menopause suggerisce che un consumo moderato potrebbe diminuire, specialmente nelle donne, il rischio di sviluppare l'osteoporosi, una malattia che riduce la densità delle ossa. Ma a quali dosi si ottengono i benefici? Gli studiosi suggeriscono uno o due drink al giorno qualche giorno a settimana.

5. Alzati. Chi riduce a meno di tre ore al giorno il tempo che passa seduto può vivere fino a due anni in più. A questa conclusione sono giunti i ricercatori del Pennington Biomedical Research Center in Louisiana, in uno studio pubblicato sul British Medical Journal. Gli autori hanno stabilito che in pratica stare seduti rappresenta un fattore di rischio per la salute alla pari del fumo e dell'obesità.

6. Partorisci. Certo non è un tipo di scelta che si fa per tenersi in forma, comunque uno studio pubblicato sull'American Journal of Epidemiology ha stabilito che le donne che partoriscono dopo i 30 anni hanno un minore rischio di sviluppare il tumore dell'endometrio. E l'ulteiore buona notizia è che la protezione aumenta con l'aumentare dell'età al parto.

7. Mangia pistacchi. Ci hanno consigliato il cioccolato, poi i mirtilli, il salmone e il vino rosso. Ora i caridologi della Pennsylvania State University suggeriscono il consumo di pistacchi che, associati a una dieta povera di grassi, aiuterebbero a tenere a bada la pressione arteriosa e a rafforzare il sistema immunitario, proteggendoci quindi dalle malattie in generale.

8. Non saltare i pasti. E' uno degli errori più banali che commette chi, nel tentativo di superare la prova costume, si illude di perdere velocemente quei due o tre chiletti di troppo. Sacrificio inutile, avvertono i ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center. Quel che aiuta davvero per perdere peso è invece la seguente triade vincente: tenere un diario alimentare, non saltare mai i pasti ed evitare di mangiare fuori, soprattutto a pranzo. E' difficile fare i giusti cambiamenti nella propria dieta se non si ha la più pallida idea di cosa si è mangiato. Cominciate a prendere nota.

9. Chiedi aiuto al social network. Internet non è solo una fonte di notizie di salute, ma anche un luogo virtuale in cui incontriamo amici e parenti che possono aiutarci e sostenerci nelle nostre scelte di salute. A quanto pare l'incoraggiamento degli "amici", di Facebook o di altri social network, è particolarmente efficace per quel che riguarda la perdita di peso e l'aumento dell'attività fisica.

© Riproduzione Riservata

Commenti