Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Salute

Per restare in forma non è necessario soffrire

Per dimagrire bastano 30 minuti di esercizio tutti i giorni. Oppure pochi minuti di allenamento "pesante"

in-palestra

Credit: http://www.flickr.com/photos/richardgiles

Che sia finita l’era dei sacrifici, almeno nel campo della salute? Dopo la scoperta della scorsa settimana (non serve affamarsi con mille calorie al giorno per vivere più a lungo), altri due notizie ribadiscono che per mantenersi sani non è indispensabile soffrire.

Per bruciare i grassi in eccesso, afferma un’indagine danese, 30 minuti di esercizio fisico quotidiano (per esempio correre) sono più efficaci di un’ora. Trattandosi di scienza, alla base c’è un esperimento: 60 uomini in sovrappeso sono stati divisi in due gruppi, uno doveva praticare attività aerobica moderata, l’altro intensa (in entrambi i casi, corsa, bici o remi). I primi bruciavano 300 calorie al giorno per 30 minuti, e hanno perso 3 chilogrammi e mezzo. Gli altri hanno consumato 600 calorie in un’ora di attività, e i chili scomparsi sono stati circa 2,7. La conclusione dei ricercatori (l’articolo completo è su American journal of phisiology ) dà una certa soddisfazione: «Chi ha praticato esercizio fisico moderato ci ha guadagnato molto di più rispetto allo sforzo compiuto».

La seconda notizia è una conferma indiretta. Viene dagli Stati Uniti, dove tra manager e uomini d’affari (tanto lavoro, poco tempo libero) si sta diffondendo la tendenza a fare 30 minuti la settimana, e non di più, di pesi ed esercizi: abbastanza per mantenersi tonici. La disciplina si chiama Serious strenght (Forza seria) e  consiste in una ginnastica basata su un training ad alta intensità che promette, in una frazione di tempo, gli stessi risultati conquistati dopo ore di sforzi. La ragione? Secondo i sostenitori dei 30 minuti settimanali, ognuno di noi ha una soglia, geneticamente programmata, oltre la quale i muscoli non possono diventare più forti. Accanirsi significa solo illudersi. E sfiancarsi.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>