Salute

L'arte del benessere: in albergo circondati da capolavori

Viaggio negli hotel gioiello dell'Alto Adige, dove il benessere si raggiunge anche attraverso le opere d'arte. Autentici capolavori esposti e a volte anche in vendita

Imperial Art Hotel

Tre artisti per dodici camere, ognuna con una diversa visione della vita

È la nuova frontiera del benessere. Stare bene con se stessi ritemprandosi con un massaggio e una sauna, ma  “immergendosi” anche nell'opera di un grande artista o nel design dell'architetto alla moda. Tutto in un hotel che non è solo una Spa per il fisico ma anche per l'intelletto.

Ecco il valore aggiunto dell'hotel che si trasforma in una galleria d'arte senza orari, senza allarmi che suonano se ti avvicini troppo all'opera che stai ammirando magari per poi contrattarne l'acquisto.

Pezzi unici, certificati, lontano dall'omologazione seriale. L'idea l'abbiamo testata in Alto Adige,  terra di confine e quindi particolarmente aperta ad ogni stimolo, anche culturale. E così succede che all'hotel Napura , un gioiello architettonico a 4 stelle, inserito tra i vigneti di Terlano (3 chilometri da Bolzano), il benvenuto ve lo dà una delle più importanti sculture di Giorgio De Chrico, I grandi manichini coloniali. Ma negli spazi comuni troverete anche opere di David Lachapelle, di Greg Bogin e un susseguirsi di tele e sculture reperite con il museo di Bressanone. Questo hotel, aperto a marzo 2012,  sviluppa un concetto nuovo anche nella formula: 41 appartamenti suite, dotati di cucina completa per far sentire l'ospite a casa propria.

Il design aiuta a star bene: centinaia di travi in legno di larice s'integrano con la struttura minimalista di vetro, in un  abbraccio simbolico tra l'uomo, la forza, la trasparenza e l'armonia.  “Il bello fa star bene – spiega il direttore Egon Raffaelli -  ed è di bello che vogliamo circondare i nostri ospiti. In un clima talmente famigliare che qualsiasi cosa vedono possono acquistarla. Dal vaso alla tela, dal posacenere al divano o alla poltrona della Desart Collection”. Ma poiché gli occhi non sono tutto, ecco il benessere fisico su un'area di 850mq a cielo aperto: vasche idromassaggio riscaldate a temperature diverse, la Spa con il bagno a vapore e cromoterapia, sauna finlandese, docce emozionali, mentre nel vostro bagno ne trovate una rivestita in sassi bianchi di fiume per un massaggio naturale a piedi e schiena.

Venti chilometri più in là c'è  Merano, dove il benessere è di casa grazie al suo complesso termale. Ma questa è anche città imperiale e il ricordo della principessa Sissi si respira in ogni angolo. Su corso della Libertà, il cuore vitale della città, si erge il 4 stelle Imperial Art Hotel , inaugurato nel giugno 2010, che accosta l'eleganza e la raffinatezza d'altri tempi all'estro moderno di tre artisti meranesi di fama internazionale: Marcello Jori, Ulrich Egger, Elisabeth Holzl che hanno condiviso le proprie visioni con il proprietario Alfred Strohmer, l'architetto Harald Stuppner e la supervisione della Fondazione Kunst Meran/o Arte.

A ognuno di loro è stata affidata la realizzazione di 4 camere e loro hanno agito non da semplici “decoratori” dell'albergo, ma da interpreti di un'idea di originalità e di qualità della vita. Ogni camera è differente sia nel taglio degli spazi, sia per le soluzioni ideate dagli artisti: decori a stucco di cristalli astratti (Jori), pareti di ferro e installazioni al neon (Egger), combinazioni di colori e materiali ispirati ad antichi edifici della storia di Merano (Holz). Barbara Meraner, l'appassionata direttrice, spiega la filosofia dell'hotel: “Ogni camera ha una sensibilità diversa. I nostri ospiti possono sceglierla in base alle loro predisposizioni e affinità. La più gettonata è l'Imperial, la numero 21, che Elisabeth ha impostato amalgamando il rosa con il rosso. Chi ha voglia di sognare si tuffa nella 11 o nella 12 con le sculture di cristallo di Juri.  Chi invece vuole restare attaccato alla quotidianità opta per esempio sulla 33, creata da Egger che in un alternarsi di lastre di ferro e pannelli di video-immagini in movimento tiene l'ospite vigile sul mondo”.

Per tutti c'è poi l'ingresso gratuito alle terme di Merano per l'intera durata del soggiorno. “Siamo l'unica struttura, insieme all'albergo delle Terme – dice con orgoglio Barbara – ad offrire questo servizio. Il nostro microchip  consente di entrare ed uscire a piacimento dal complesso”.  E per chi cerca il benessere “esclusivo”, ecco la Penthouse all'ultimo piano, con l'esclusiva vasca idromassaggio Jacuzzi sulla propria terrazza privata. “È molto ambita - sottolinea la direttrice -, va prenota con largo anticipo. Gli ultimi clienti? Una giovane coppia tedesca, ripartita questa mattina. Lui qui le ha fatto la dichiarazione di amore eterno. Sì, le ha chiesto di sposarla...”.

Una vita intera per stare bene. Insieme.

---------------------------------------------------------

Due proposte da tenere d'occhio

PACCHETTO HAPPY SUMMER (fino al 22 settembre 2012)

Due pernottamenti, prima colazione a buffet, una bottiglia di Prosecco e sfiziosità salate in camera all'arrivo, utilizzo dell'intera area wellness, infusi di benessere e mele fresche dell'Alto Adige: dal lunedì al giovedì da 157 euro a persona, dal venerdì alla domenica da 197 euro a persona

Per informazioni:  Napura Art&Design Hotel , via Steurer 7, 39018 Terlano fraz. Settequerce. Tel 0471-1956056,

PACCHETTO ARTE, BENESSERE E NATURA (fino a novembre 2012)

Due pernottamenti, prima colazione a buffet presso il CoffeArt, ingresso giornaliero alle Terme di Merano, biglietto per visitare i giardini botanici del Castello di Trauttmansdorff: da 260 euro a persona

Per informazioni: ImperialArt Hotel , corso della Libertà 110, 39012 Merano, tel. 0473-237172,

© Riproduzione Riservata

Commenti