gemelli
Scienza

Gemelli: ecco perché vivono di più

Uno studio rivela i vantaggi soprattutto per i gemelli maschi identici

I gemelli sono un ghiottissimo oggetto di studio per i ricercatori che tentano di separare gli effetti della natura da quelli della cultura e dell'ambiente in cui si vive per trovare la causa di malattie, comportamenti e altro ancora. Ma quello che appare su PLOS One è il primo studio a indagare le implicazioni dell'essere gemelli sull'aspettativa di vita. Quello che emerge è che i gemelli di entrambi i sessi hanno tassi più bassi di mortalità nel corso di tutta la vita.

I dati provenienti dal Twin Registry danese dicono che a quasi ogni età, i gemelli identici (monozigoti) sopravvivono in proporzioni superiori rispetto ai gemelli fraterni (dizigoti, cioè frutto di due diversi ovuli fecondati da due spermatozoi nello stesso momento), e i gemelli fraterni hanno tassi un po' più alti di sopravvivenza rispetto alla popolazione generale.

Il picco dei benefici: 45 anni per lui, 60 per lei
Gli autori hanno esaminato 2.932 coppie di gemelli dello stesso sesso sopravvissuti oltre i 10 anni che sono nati in Danimarca tra il 1870 e il 1900. Hanno poi confrontato la loro età al momento della morte con i dati riferiti alla popolazione danese complessiva. Per gli uomini, hanno trovato che il vantaggio di avere un gemello raggiunge il suo picco nei soggetti a metà della quarantina. Se di 100 maschi nella popolazione generale, 84 erano ancora vivi a 45 anni, per i gemelli quel numero era pari a 90. Per le donne, il momento del vantaggio maggiore è invece intorno ai 60 anni, con una differenza di circa 10 punti percentuali.

Secondo gli autori i loro risultati riflettono i benefici del sostegno sociale, simile all'effetto di protezione riscontrato nel matrimonio. Molti studi hanno suggerito che essere sposati agisce come una rete di sicurezza sociale che offre vantaggi psicologici e per la salute. Resta da capire se il matrimonio rende davvero più sani, o se al contrario le persone sane hanno più probabilità di sposarsi, o di unirsi a un gruppo, a una comunità o di avere un grande cerchia di amici, tutte cose legate a una salute migliore.

Il potere dei legami sociali
Ma le persone non scelgono di avere un gemello, quindi in questo caso il dubbio non sussiste. "I nostri risultati confermano quanto scoperto da un grande corpo di letteratura che dimostra che le relazioni sociali sono benefiche per la salute. Gli amici possono fornire uno sfogo e condividere attività salutari, e ci incoraggio a rinunciare alle cattive abitudini" spiega David Sharrow, ricercatore presso l'Università di Washington e autore della ricerca. Avere una spalla su cui piangere, qualcuno che si prenda cura di noi durante una malattia, o un amico per sfogarsi può essere salutare sul lungo termine. "(Queste persone) possono fornire un supporto materiale o un sostegno emotivo che portano a migliori risultati di longevità."

Il modello di Sharrow e colleghi separa cause acute di morte, come incidenti o le cause legate al comportamento, dalle cause naturali in età avanzata. Le gemelle femmine presentavano una minore mortalità solo per le cause acute. I gemelli maschi invece ricevevano una spinta alla longevità complessiva maggiore rispetto alle donne perché avevano tassi di mortalità più bassi sia per cause acute durante i primi anni sia per cause naturali oltre i 65 anni di età. Sharrow ritiene che questo sia il risultato degli effetti immediati e cumulativi dei gemelli maschi che fanno scelte più sane.

Maschi più protetti dai comportamenti pericolosi
La durata di vita risulta più estesa per i gemelli identici che per quelli fraterni, il che potrebbe riflettere la forza del legame sociale. "Vi sono prove che i gemelli identici sono in realtà più vicini dei gemelli fraterni", ha detto Sharrow. "Se sono ancora più simili, possono essere meglio in grado di prevedere le esigenze l'uno dell'altro e offrirsi cura reciproca."

Ma perché i maschi sperimentano benefici maggiori rispetto alle femmine? "I maschi possono tendere ad avere comportamenti più rischiosi, così gli uomini traggono maggiori benefici dall'avere qualcuno che li protegga - in questo caso un gemello - che li può allontanare da quei comportamenti", spiega Sharrow. Che conclude: "La maggior parte delle persone non possono avere un gemello, ma come società possiamo scegliere di investire nei legami sociali come un modo per promuovere la salute e la longevità".



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti