Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Dieta

Come la sindrome metabolica influisce sull'apprendimento

I chili di troppo avrebbero un forte impatto sul cervello e sulle sue prestazioni negli adolescenti

obesita

Un nuovo studio condotto dai ricercatori della New York University School of Medicine  e pubblicato sulla rivista Pediatrics  ha rivelato per la prima volta il legame tra la sindrome metabolica e le capacità cognitive e di apprendimento negli adolescenti. E mette in guardia i pediatri perché ne tengano conto nel trattare l’insorgenza dell’obesità nei bambini (che negli Stati Uniti  è in forte aumento).

Antonio Convit, professore di psichiatria e medicina della NYU School of Medicine e membro del Nathan Kline Research Institute, con i colleghi aveva già evidenziato  che la sindrome metabolica ha un legame con i problemi neurocognitivi negli adulti, ma si pensava che questa associazione fosse un effetto a lungo termine di uno scarso metabolismo. I chilogrammi in esubero avrebbero un forte impatto sul cervello e sulle sue prestazioni anche negli adolescenti.

Lo scoperta è il risultato di una ricerca effettuata esaminando 49 adolescenti con sindrome metabolica e 62 in buona salute. Abbinati per età, status socio-economico, sesso ed etnia, i ragazzi sono stati sottoposti a esami del sangue e risonanze al cervello, oltre che ad alcuni test cognitivi.

I giovani con problemi di peso hanno ottenuto punteggi inferiori sia in matematica che nell'abilità linguistica, una minore capacità di attenzione e un quoziente intellettivo in media dieci punti più basso degli altri, mentre la memoria è risultata pari tra i due gruppi.

Gli autori dello studio hanno inoltre rilevato delle significative differenze nella struttura e nel volume cerebrale dei due gruppi di adolescenti esaminati: nel gruppo con sindrome metabolica è stato evidenziato, tra l’altro, un volume più ridotto dell’ippocampo, che è l'area coinvolta nell'apprendimento e nel ricordo delle informazioni. I ricercatori hanno concluso che anche pochi anni con problemi di metabolismo possono causare complicazioni cerebrali.

I genitori non devono sottovalutarli ma intervenire tempestivamente aiutando i loro figli a  cambiare lo stile di vita e l’alimentazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>