Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Dieta

Se il fast food è chic, mangi meno calorie

A parità di cibo ordinato, nei locali con luci soffuse e musica soft si consuma meno e con maggiore soddisfazione. Hardee’s insegna.

Credits: Fotolia / Gettyimage

Ordinare la stessa quantità di cibo ma ingurgitarne meno, meno in fretta e con più soddisfazione. Si può, a patto di sedersi nella parte giusta del fast food prescelto. Con luci più soffuse, musica soft e un arredamento privo di colori shock quali il giallo e il rosso. Parola di Brian Wansink e Koert van Ittersum, rispettivamente della Cornell University e del Georgia institute of technology. Teatro del singolare esperimento: un fast food a insegna Hardee’s nella cittadina di Champaign, in Illinois.

Il locale è stato diviso a metà: una parte con l’allestimento tradizionale, l’altra con uno stile chic, illuminazione più tenue e musica jazz di sottofondo. Invariato il menù. Risultato: a parità di cibo ordinato, chi si era seduto nella parte chic aveva consumato il 18 per cento in meno, pari a 775 calorie su un totale di 949 del pasto completo. E nella votazione finale espressa si era dimostrato più generoso di chi era rimasto nell’area old style.

Leggi Panorama online

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>