Dieta

Il gelato fa bene. Soprattutto all'umore

Secondo gli psicologi aiuta a ricaricarsi, a consolarsi e a tirarsi un po' su

Gelato

– Credits: iStockphoto

Contro malinconia e stress, niente di meglio, soprattutto in questa stagione, di un buon gelato.

Secondo il 73% dei 100 psicologi, esperti di benessere psicofisico e nutrizionisti, intervistati in uno studio promosso da Antica Gelateria del Corso, il gelato offre dei benefici soprattutto psicologici: gustarsi un buon gelato trasmette piacere psicofisico (31%), fa tornare all'infanzia (27%), emoziona (24%). E nella scelta dei gusti va tenuto conto che cioccolato e bacio possono aiutare chi è giù di morale; i colorati amarena, pistacchio e gusti esotici sembrano ideali per chi vuole rilassarsi; gelato al caffè o tiramisù per chi vuole ricaricarsi, e panna per godere di un effetto consolatorio dopo una giornata particolarmente agitata.

Già diversi studi internazionali avevano dimostrato i benefici terapeutici del gelato. I neuroscienziati dell'Institute of Psychiatry di Londra hanno provato che mangiare il gelato da al cervello lo stesso piacere di quando si ascolta la propria musica preferita. Secondo gli esperti, il gelato è consigliato in particolare agli over 40 (39%) che vi trovano una deliziosa ricompensa che li appaga delle loro fatiche quotidiane, oltre che ai teenager (27%) che trovano nel gelato un dolce sostegno nei momenti di crisi sentimentali. Proprio la componente emotiva porta gli esperti a consigliare il gelato anche agli adulti nostalgici della spensieratezza e della libertà della loro infanzia (30%).

Il gelato, afferma Francesca Saccà, Psicologa e psicoterapeuta, ''permette ad una fascia media d'età di tornare all'infanzia''. Anche la scelta del formato è influenzata dallo stato d'animo. Secondo gli esperti chi preferisce il gelato in coppetta vuole ritagliarsi una attimo di relax tutto per sé (41%) e quindi concedersi un po' di riposo dallo stress quotidiano. Il cono è invece scelto da chi cerca condivisione (36%), evasione (32%) e conferme negli altri (25%); infine lo stecco è indicato a chi è abituato a vivere forti emozioni (45%) e non ha tempo da perdere (38%), prediligendo un piacere da gustare velocemente.

© Riproduzione Riservata

Commenti