foto cibo
Dieta

Così Instagram può aiutarti a dimagrire

Uno studio americano suggerisce che fotografare ciò che si mangia e condividerlo offra il sostegno necessario a raggiungere l'obiettivo

Alzi la mano chi non ha mai fotografato un piatto al ristorante, o a casa dopo aver dato il meglio di sé ai fornelli, per poi condividerlo con amici e conoscenti all'interno dei propri network, per suscitare invidia o ammirazione, a seconda dei casi. Il food porn va forte sui social, e tra pietanze elaborate e dolci succulenti, il profilo di alcuni miei contatti di Instagram a volte sembra un'istigazione all'ingrasso. Del resto anche io, tra una cheesecake ai frutti di bosco e una insalatina fresca e poco condita, tendo sempre a fotografare la prima. Uno studio condotto dai ricercatori dell'Università di Washington, però, mette in evidenza un uso virtuoso della condivisione culinaria: può aiutare a dimagrire. Tutto dipende dalle intenzioni di chi posta.

Diario alimentare
Avete presente quando andate dal nutrizionista e, dopo tutte le misurazioni, i vostri racconti sullo stress e la fame nervosa, le sue domande sulla logistica dei vostri pasti e sull'attività fisica svolta, arriva il ferale momento in cui lui/lei vi dice: "Devi tenere un diario alimentare" e voi pensate: "Oh, no"? Ecco, non siete i soli a considerare l'idea di appuntare su un taccuino qualsiasi cosa oltrepassi le vostre labbra un compito al di là delle proprie forze. Eppure avere un'idea davvero precisa di quanto e cosa si mangia nel corso della giornata è molto utile prima di tutto a chi lo fa, perché nella maggior parte dei casi non se ne rende conto.

Gli autori hanno intervistato 16 persone che tengono traccia in maniera costante di ciò che mangiano fotografandolo e condividendolo su Instagram, per capire come quest'uso della piattaforma social possa aiutare a raggiungere i propri obiettivi di perdita di peso. I partecipanti condividevano le foto dei propri pasti e spuntini con hashtag quali #fooddiary o #foodjournal. Per alcuni questa operazione sostituiva il diario alimentare, per altri fungeva da promemoria per poi appuntarsi tutto in un secondo momento.

Non solo fare la foto è più comodo che scribacchiare su un bloc notes, fa notare Christina Chung, una degli autori, ma è anche "più socialmente appropriato, per le persone che stanno cercando di monitorare la propria dieta, scattare una foto del proprio piatto quando sono fuori con amici: lo fanno tutti e non sembra strano". Inoltre avere una testimonianza visiva di ciò che si mangia ogni giorno, sia in termini di volume sia di qualità, può aiutare le persone a capire dove sbagliano.

Sostegno dalla community
Gli intervistati hanno detto che il sostegno sociale ed emotivo ricevuto da altri utenti di Instagram li ha aiutati a perseverare nel monitoraggio e negli obiettivi alimentari, e molti si sono sforzati di dare a loro volta sostegno agli altri. In alcuni casi, il fatto di coinvolgere i propri follower ha fatto sentire gli intervistati più responsabilizzati e li ha spinti ad essere più onesti sulle proprie abitudini alimentari.

Gli autori fanno l'esempio di una donna che in precedenza aveva usato l'applicazione MyFitnessPal per monitorare la propria dieta e che ha confessato di aver spesso trovato scuse per "dimenticare" di annotare piccoli strappi come per esempio il consumo di un pacchetto di patatine. Ma facendo le foto tutto viene visualizzato e ci si rende conto che ogni strappo, per quanto piaccia considerarlo piccolo e insignificante, in realtà conta.

Account ad hoc
Che succede se voglio dimagrire, ma non voglio assillare i miei contatti di Instagram con le foto dei miei pasti virtuosi? Nessun problema, dal momento che la piattaforma consente di creare account diversi per lo stesso profilo utente. Gli intervistati hanno dichiarato di aver trovato facilmente comunità e seguaci con interessi simili al loro che usavano hashtag a tema (in italiano si trovano per esempio #diarioalimentare, #alimentazionesana, #mangiaresano, #dietasana). Così potevano evitare di tempestare amici e conoscenti di foto di cibo e continuare a condividere con loro altri momenti della loro vita quotidiana.

E se perdere peso è difficile ma entusiasmante, il vero problema spesso diventa quello di mantenere i risultati ottenuti. Come fare per continuare con le buone abitudini acquisite e non perdere la bussola tornando a mangiare di tutto e quindi a ingrassare? Il segreto per coloro che sono riusciti a raggiungere il proprio obiettivo sembra essere quello di restare su Instagram e incoraggiare altri utenti che stanno cercando di perdere peso. Pare che fare da mentore ad altri aiuti a mantenere alta la consapevolezza di ciò che si mangia e della propria salute. E quindi anche a tenere lontani i chili di troppo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti