Dieta

Asma: il cibo spazzatura aumenta il rischio nei bambini

Uno studio su mezzo milione di bambini e adolescenti di 50 paesi punta il dito sui grassi saturi e trans contenuti in hamburger e patatine. Nei ragazzi il rischio sale del 40%, nei bambini quasi del 30%

Hamburger mozzafiato (Credit: Cate Gillon/Getty Images)

C'è più di un motivo per limitare il consumo di cibi ricchi di grassi nei bambini. Oltre al rischio obesità, adesso i ricercatori hanno trovato anche un legame tra il consumo di hamburger e patatine e un aumento delle probabilità di sviluppare asma ed eczema. Lo spiegano in un articolo pubblicato su Thorax, rivista internazionale di medicina respiratoria che fa capo al British Medical Journal, gli scienziati neozelandesi dell'Università di Auckland.

I dati da cui prendono le mosse riguardano 181.000 bambini di 6-7 anni e 319.000 adolescenti tra i 13 e i 14 anni, in 50 paesi, per un totale di mezzo milione di giovanissimi. In base a questionari sulle abitudini alimentari somministrati ai ragazzi (e, nel caso dei bambini, ai loro genitori) è emerso che tra i teenager che consumavano cibi spazzatura tre volte a settimana il rischio di sviluppare asma, o rinite o eczema, era del 39% più alto. Nei bambini più piccoli l'aumento del rischio si attestava invece intorno al 27%.

Se una dieta sbagliata può quindi nuocere al respiro, la buona notizia è che il consumo di frutta sembra avere al contrario un effetto protettivo. Il motivo? Il junk food è ricco di grassi saturi e trans, dei quali si sa che producono effetti sul sistema immunitario, mentre la frutta ricca di vitamine e antiossidanti svolgerebbe un'azione benefica. Così si è scoperto che consumare almeno tre porzioni di frutta a settimana (la dose raccomandata è di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno), abbassa il rischio di rinocongiuntiviti, asma grave ed eczema di una percentuale compresa tra l'11 e il 14%.

"Se l'associazione tra i cibi fast food e la prevalenza di sintomi di asma, rinocongiuntivite ed eczema è causale", commentano gli autori, "allora i risultati hanno una notevole importanza per la salute pubblica, a causa del crescente consumo di fast food nel mondo".

© Riproduzione Riservata

Commenti