Si intitola Zanne, corazze e veleni la mostra che dal 23 dicembre 2016 al 26 febbraio 2017 il Museo Civico di Zoologia di Roma dedica alle tecniche di quotidiana sopravvivenza adottate da insetti, ragni, anfibi e rettili.

Per far fronte a sfide fondamentali come procurarsi il cibo, sfuggire ai predatori e riprodursi, questi animali di piccole dimensioni hanno implementato ogni genere di tecnica adattiva, facendo ricorso sia alla forza, sia all'inganno: una "corsa agli armamenti", sorprendente per forme e modalità, che non ha riscontro negli animali di taglia superiore.

Dei pannelli tematici corredati da "racconti fotografici" evidenziano gli aspetti biologicamente più interessanti, tra gli altri, della rana Pacman, della stregona dentellata, del granchio di fiume, della formica tessitrice, del millepiedi, del geco volante, della scolopendra, della migale di socotra, della coccinella, del geco dalla coda a pomo e del ragno saltatore. Un video introduttivo racconta i casi di studio più interessanti.

Punto di forza dell'esposizione è la presenza di diverse specie di animali vivi, all'interno di 14 vivari che ne riproducono l'habitat naturale. Non sono presenti specie pericolose o sottoposte a qualche regime di protezione. 

Zanne, corazze e veleni
23 dicembre 2016 - 26 febbraio 2017
Museo civico di zoologia
Via Ulisse Aldrovandi 18, Roma



 

© Riproduzione Riservata

Commenti