È un omaggio al lupo, animale che ha ispirato le più svariate tradizioni e leggende, la mostra fotografica Tempo da lupi, ospitata nella Sala della Balena del Museo Civico di Zoologia di Roma. In esposizione, dal 5 ottobre al 13 novembre, i suggestivi scatti di Bruno D’Amicis che immortalano la vita dei lupi che abitano il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Biologo e fotografo di natura professionista dal 2004, D'Amicis è grande appassionato di fauna selvatica e di montagna, e si occupa principalmente di progetti multimediali in cui fonde fotografia, divulgazione e conservazione. Le sue immagini hanno vinto numerosi concorsi, tra cui i prestigiosi World Press Photo e Wildlife Photographer of the Year. La mostra è anche un percorso personale che l'autore racconta così:

«Freddo. Vento e pioggia, magari con nebbia o neve. “Tempo da lupi” suggerirebbe la saggezza popolare, sottolineando come miserabili condizioni atmosferiche siano le più favorevoli per i "branchi" a intraprendere la caccia o, "scendendo dalle montagne", ad avvicinarsi alle greggi e alle abitazioni, seminando paura e distruzione. Questo è il tempo in cui è meglio starsene a casa, al caldo e al sicuro.

Io invece ho scoperto che il tempo da lupi è ben altra cosa. E la differenza sta tutta in quel da. Per me il tempo da lupi è quella preziosa porzione di esistenza che uno fatica a ritagliare nella frenetica vita moderna e da dedicare tutta alla ricerca di un’esperienza diretta con la selvaticità. Questo tempo da lupi è il tempo del sudore sulla schiena sotto il sole di montagna e dei crampi alle gambe durante lunghe marce nella neve profonda. É il tempo delle notti passate all'addiaccio e della sveglia che squilla a orari impossibili; della noia nelle lunghe attese e dell’incontenibile gioia della scoperta. É il tempo della solitudine e delle avventure in compagnia. É il tempo del batticuore e della delusione; dell'ora e adesso, senza l’ingombro del passato né il pensiero rivolto al futuro. É il tempo della giovinezza ed è forse il tempo speso meglio nella mia vita

Alla mostra fotografica è abbinata l'esposizione di opere del gruppo di artisti naturalisti del movimento progettuale Ars et Natura, che da più di un decennio dedica le proprie opere ad animali selvatici, paesaggi, piante e fiori spontanei dell’ambiente naturale, in Italia e all’estero, lavorando sul campo.  

Tempo da lupi
Foto di Bruno D’Amicis
5 ottobre - 13 novembre 2016
Museo civico di zoologia
Via Aldrovandi 18, Roma

© Riproduzione Riservata

Commenti