Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Scienza

Allarme meningite, da Livorno agli Usa, dove sotto accusa è un farmaco contaminato

A Livorno quattro casi di meningite a bordo di una nave da crociera, mentre negli Usa è epidemia. A causarla un farmaco contaminato, usato per il mal di schiena

Casi di meningite batterica a Livorno, a bordo di una nave da crociera, proprio mentre negli Usa è scoppiata un'epidemia. Credits: ©FRANCO SILVI/LAPRESSE

È tornato l'allarme meningite, che scatta periodicamente, ogniqualvolta si verificano casi di contagio dalla malattia. Come accaduto nelle scorse ore a Livorno, a bordo di una nave da crociera, e come accaduto negli Stati Uniti, dove si parla gia' di epidemia. E sotto accusa sono finiti persino dei farmaci.

Nel caso italiano, ad essere colpiti sono stati quattro membri dell'equipaggio della nave Msc "Orchestra", tra i quali anche un italiano, in condizioni gravissime. Tutto e' iniziato in navigazione, con uno dei sintomi più classici: una febbre altissima, che ha colpito un indonesiano di 32 anni, fatto sbarcare dalla nave e al momento in choc settico nel reparto di rianimazione all'ospedale di Livorno. I medici non hanno avuto dubbi sulla diagnosi: meningite batterica acuta. Dopo un paio d'ore si e' sentito male anche un altro membro dell'equipaggio, un lavapiatti pakistano. Stessa diagnosi e per lui trattamento antibiotico. A seguire anche un brasiliano e un italiano di 47 anni hanno avuto bisogno del ricovero d'urgenza e l'italiano e' in gravissime condizioni.

Come sempre in questi casi, tutti i passeggeri (circa 3.000) sono stati sottoposti a profilassi in via precauzionale, con antibiotici e una dose di sciroppo ai circa 600 bambini che si trovavano a bordo. Ma se la crociera e' poi ripresa, dopo il parere favorevole dei medici, proseguendo la rotta nel Mediterraneo, negli Usa proprio i farmaci sono sotto accusa nei casi di meningite che si stanno verificando. In particolare la causa dell'epidemia sarebbe un farmaco contaminato.

Sono 91 le persone infette, 9 fino ad ora le vittime, secondo il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie Usa. Per gli esperti l'epidemia, che ha colpito soprattutto in Tennesse per poi estendersi a ben 9 Stati, ha origine batterica. I pazienti che hanno contratto la malattia, infatti, secondo il Time , erano stati sottoposti a iniezioni alla schiena a base di corticosteroidi con il batterio "aspergillus", contaminati in un laboratorio del Massachusetts. Il farmaco iniettato, infatti, è un antidolorifico per problemi alla schiena. E ora e' allarme, perche' il medicinale e' stato somministrato in 23 Stati americani.

La meningite è un'infiammazione a carico delle meningi celebrali, cioé quelle sottili membrane che avvolgono il cervello. I sintomi possono inizialmente essere confusi con quelli di una influenza: febbre alta, vomito, mal di testa molto forte e sonnolenza, oltre a rigidità del collo e della nuca, e dolore alla colonna vertebrale.

A causare la meningite possono essere batteri o virus, ma anche particolari farmaci o malattie. La forma più grave è quella batterica, che può mettere in pericolo la vita del paziente se non viene curata tempestivamente. Esiste poi anche la meningite virale, nota anche come meningite asettica, piu' comune e molto meno grave. Spesso non viene neppure curata, perché i sintomi possono essere confusi con quelli di una normale influenza.

L'infezione si trasmette attraverso minuscole gocce di saliva da una persona infetta, quando si parla, si starnutisce o si ride. Veicoli di contagio possono essere anche alimenti, bicchieri, tovaglioli, stoviglie o asciugamani condivisi con una persona infetta. In caso di sospetta meningite batterica, viene solitamente somministrato subito dell'antibiotico in via venosa, mentre i corticosteroidi possono contribuire a ridurre l'infiammazione delle meningi. Quanto alle complicazioni della meningite batterica, puo' essere necessaria una terapia aggiuntiva, come farmaci anticonvulsanti.

Da qualche anno viene consigliata la vaccinazione per l'infezione batterica meningicoccica, che colpisce soprattutto bambini e adolescenti, con il cosiddetto "vaccino qadrivalente".

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>