lavoro-occupazione
Panorama d'Italia

"Panorama carriere e lavoro" con HRC: 5 motivi per esserci

Ecco perchè gli one-to-one con i capi del personale durante le tappe del tour Panorama d'Italia sono un'opportunità che non ha prezzo

Uscire dall’università e non sapere da dove cominciare. Lì fuori c’è il mercato del lavoro. Bisogna aggredirlo nella direzione giusta. Ma bisogna scegliere con attenzione dove andare a bussare, capire come “vendere” le proprie competenze nel modo più efficace e convincente, rispondere nel modo più corretto alle domande che i vari responsabili del personale porranno. 
Sono pochissime le scuole che formano a tutto questo.

È per questo che Panorama ha deciso di impegnarsi nel tentativo di agevolare i giovani ad avvicinarsi in modo concreto e soprattutto realmente funzionale al mondo del lavoro. Come già fatto nel 2016, anche durante l’edizione 2017 di Panorama d’Italia, in ognuna delle 10 città che ospiteranno il tour, si terrà un incontro dal titolo “Panorama carriere e lavoro” con i capi del personale (HR manager) di HR Community think tank alla cui guida c'è Giordano Fatali.

Il team proveniente da grandi aziende sarà a disposizione dei partecipanti, pronto a dare risposta a tutte le loro domande in modo veloce e completo. Per partecipare basta iscriversi all’evento versando una quota di 100 euro.

- LEGGI ANCHE: Cos'è “Panorama carriere e lavoro”

Perché partecipare? Sono cinque i buoni motivi per farlo:

1 - Il contatto one-to-one
Si ha la possibilità di un incontro diretto con uno o più capi del personale di importanti aziende senza alcun filtro che possa in qualche modo “disturbare” o “disallineare” la comunicazione e con modalità del tutto informali, in un clima rilassato e colloquiale senza sentirsi sottoposti ad alcun interrogatorio e avendo la possibilità di fare tutte le domande necessarie per soddisfare le proprie curiosità.

2 - Scoprire trucchi e segreti
Si ha l’opportunità di scoprire tutti i segreti e i trucchi da usare nel mondo del lavoro, grazie alle risposte degli HR manager alle proprie domande. Conoscenze che sono banali per chi già lavora ma che sono delle assolute novità per chi è in cerca di un’occupazione, che arriva spesso a un colloquio con la testa piena di idee confuse frutto di errati insegnamenti nella scuola o nelle università.

3 - Un punto di vista pratico e concreto
Si possono ricevere indicazioni non teoriche ma pratiche da parte di manager che fanno parte di un network di contatti proveniente da circa 400 aziende, che in tre anni hanno formato circa 4 mila giovani, e che sono perfettamente in grado di fare da "ponte" tra il mondo aziendale e il linguaggio dei giovani.

4 - Velocità di informazione

In poche ore è possibile porre tutte le domande agli HR manager e soddisfare le proprie curiosità e poi mettere a posto il proprio profilo sui social network perfezionando la cosiddetta “brand reputation” ovvero le modalità con cui ci si “vende” all’esterno.

5 - Non essere più lasciato solo

Partecipare alle giornate “Panorama carriere e lavoro” significa entrare a far parte del network di HR Community con un’attività continua di “follow up”. Cosa significa? Continuare a essere informati sulle opportunità delle aziende del network, avere accesso a suggerimenti nelle fasi precedenti un colloquio di lavoro, continuare ad avere dei punti di riferimento.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti