Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24

"Lo scorso anno - spiega il direttore di Panorama Giorgio Mulè - il nostro viaggio tra il meglio dell'Italia si era concluso con le parole del Presidente Sergio Mattarella, che ci aveva invitato a continuare nel nostro racconto".

"Quell'invito - continua Mulè - noi lo abbiamo onorato e qui con noi, oggi c'è l'intero Paese, dal nord al profondo Sud, con i suoi sindaci e i presidenti di Regione delle 10 città (scelte tra le oltre 40 candidature pervenute spontaneamente) che attraverseremo nella terza edizione di Panorama d'Italia".

- LEGGI ANCHE: Il successo del 2015
- LEGGI ANCHE: Chi è stato con noi nel 2015
- LEGGI ANCHE: Tutte le tappe del 2016

Quel racconto, insomma, che si appresta ormai a diventare un classico, è nuovamente pronto a farsi voce, a incontrare le eccellenze che arricchiscono il nostro Paese. E a trasformarsi in un dialogo con gli italiani, continuo e diretto.

“Panorama d’Italia è una scintilla capace di accendere entusiasmi, di raccontare davvero 'tutto il meglio visto da vicino' come recita il nostro claim", ha dichiarato ancora il direttore di Panorama.

Squadra che vince non si cambia, eppure il tour di quest'anno sarà caratterizzato da molte novità, oltre che essere affiancato da un nuovo compagno di viaggio, l'ecosistema Focus.

Si parte da Genova

Tutto avrà inizio tra 21 giorni esatti, quando Genova, la città prescelta per scrivere l'incipit di questa storia italiana, ospiterà la prima tappa.

"Ci auguriamo di mostrare a Panorama d'Italia un panorama nuovo della nostra Liguria e della nostra Genova. Di sicuro, ci aiuterà a essere un po' più convinti delle nostre potenzialità", racconta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, introducendo la quattro giorni che si svolgerà tra le piazze e gli edifici storici del capoluogo, i quali si lasceranno osservare, narrare e offriranno ospitalità ai talk show, ai dibattiti con i protagonisti della politica nazionale, alle tavole rotonde, agli spettacoli e agli eventi enogastronomici. Tuttte iniziative gratuitamente aperte a tutti.

La parola ai sindaci

Da lì in avanti, fino a novembre, il tour itinerante toccherà altre nove città, con il gran finale a Trapani, "culla della cultura Occidentale" rappresentata dal primo cittadino Vito Damiano.

- LEGGI QUI TUTTE LE DICHIARAZIONI DEI SINDACI

Dopo Genova, sarà la volta di Macerata, ovvero "tante cose tutte da scoprire", nelle parole del suo sindaco Romano Carancini. Quindi Andrea Romizi e la sua Perugia, orgoglioso dei "suoi mille volti". In rappresentanza di Padova la vice-sindaco Eleonora Mosco, che ha ricordato le attrattive della città che i partecipanti al tour potranno ammirare sotto il segno di Panorama, per arrivare a Ravenna e a Salerno con i messaggi a distanza dei rispettivi sindaci Fabrizio Matteucci ("un grazie da una città per tre volte capitale) e Vincenzo Napoli (mille luci di bellezza e cultura).

Restando sulla Costiera Amalfitana, c'è poi stato l'intervento di Paolo Vuilleumier, che ha descritto la sua città, Ravello, come "un modello per l'arte dell'accoglienza e per le proposte culturali, amata da viaggiatori di ogni tempo". E poi ancora Cagliari, con il sindaco Massimo Zedda che ha recapitato il suo messaggio di auspicio, affinché la visita del tour alla sua città sia "una bella occasione per raccontare la nostra trasformazione".

Per Mantova, "perla della cultura che merita una visita" il vicesindaco Giovanni Buvoli.

Il culmine si avrà con la supertappa di una settimana a Milano, nel mese di ottobre.

Il suo sindaco ringrazia: "È un regalo prezioso quello che Panorama fa alle città del nostro Paese, il più bello del mondo. Una domanda: avete fatto Milano a ottobre perché volete che mi ricandidi?" conclude scherzosamente Pisapia.

Entusiasmo e ringraziamenti anche dal presidente della Regione Roberto Maroni: "Grazie per aver organizzato questo evento e per aver scelto quest'anno le nostre 2 città (oltre a Milano, il tour passerà anche da Mantova, ndr). Ci aiuterete a far scoprire ai lombardi e non solo quanto sono belli i territori in cui vivono.

Una piattaforma mediatica completa

Il format è rodato e, solo nell'ultimo anno, ha raggiunto sul territorio 4 milioni di persone con 110 mila partecipanti attivi, per un totale di 215 eventi e 375 tra ospiti e relatori (tra i quali 6 ministri, 8 presidenti di regione, 8 sindaci, 191 imprenditori interventui alle tavole rotonde e ai convegni), ha coinvolto oltre 600 aziende (tra le quali 180 start-up), 15 università.

"I numeri dei cittadini contagiati dalle nostre iniziative dicono tanto ma non tutto - ha spiegato poi Mulè - e il motivo di questo, travolgente successo è nella nostra formula: raccontiamo l’Italia al naturale, senza fronzoli.”

Il progetto è frutto delle sinergie del Gruppo Mondadori che sono confluite in un magazine che l'Italia la racconta da oltre 50 anni.

"Panorama d’Italia ha dimostrato di essere un’immensa fotografia dell’Italia reale, capace di immortalare tutto il meglio visto da vicino - ha sottolineato ancora il direttore - Ogni metro quadro del nostro paese racchiude una storia che vale la pena di raccontare e noi vogliamo ancora una volta spiegarla da dentro.Lo abbiamo fatto lo scorso anno con 400 pagine del giornale, con oltre 450 post e 300 video sul sito, e 160 ore di live streaming e con un'attività sui social arrivata a 200 mila utenti sulla nostra fan page, con 3 milioni di visualizzazioni e oltre 6 mila condivisioni. Lo rifacciamo quest’anno mettendoci ancora più impegno e, grazie alla neonata partnership con Focus, raggiungeremo oltre 9,8 milioni di contatti netti, tra carta e web”.

L'arrivo di Focus: tra spazio e ambiente

A introdurre il sodalizio con il magazine di divulgazione scientifica è il suo direttore, Jacopo Loredan: "Nel corso del tour che seguiremo nella sua totalità, parleremo di due temi che intrecciano gli interessi del giornale con quelli dei lettori: lo spazio e l'ambiente, cercando di accentuare il fascino di entrambi con la presenza di partner straordinari, dall'astronauta Umberto Guidoni e degli scienziati e astronauti dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e la European Space Agency (ESA), agli ufficiali del servizio meteorologico dell'Aeronautica Militare, in collaborazione con il Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l'Ambiente del CNR e l’Aeronautica Militare".

Durante i due eventi, inoltre, i partecipanti avranno l’opportunità di vivere un’esperienza di realtà virtuale grazie alla Cardboard e all’app realizzate in esclusiva per l’occasione dalla società tecnologica ETT.


Le tappe
In 10 tappe da marzo a novembre, Panorama attraverserà l’Italia da nord a sud, coinvolgendo eccellenze locali e ospiti prestigiosi moderati dalle firme del giornale.

Per quattro giorni ogni città accoglierà un calendario ricco di appuntamenti nei luoghi più vivi e rappresentativi, a stretto contatto con i suoi protagonisti.

Il motivo del travolgente successo di Panorama d'Italia è nella nostra formula: raccontiamo l’Italia al naturale, senza fronzoli Giorgio Mulè, direttore di Panorama

Si parte da Genova (30 marzo-2 aprile) per poi fare tappa a Macerata (20-23 aprile), Perugia (11-14 maggio), Padova (8-11 giugno), Ravenna (29 giugno-2 luglio), Costiera Amalfitana (7-10 settembre), Cagliari (28 settembre-1 ottobre), una tappa speciale a Milano (16-22 ottobre) e per finire Mantova (9-12 novembre) e Trapani (23-26 novembre).

Le altre novità

Progetto Scuola e Orientamento al lavoro: Si ripete anche quest’anno l’iniziativa che nel 2015 ha permesso a Panorama di regalare 3.500 libri alle scuole italiane coinvolte nel tour.

Il passaggio tra la formazione e il mondo del lavoro, del resto, rimane uno dei temi fondamentali dell’intero programma e proprio alle imprese innovative è dedicata l’iniziativa “90 secondi per spiccare il volo”, un concorso che premierà, in ogni città del tour, la migliore start up con una speciale “cassetta degli attrezzi” con strumenti e risorse per sviluppare il business.

Basterà candidarsi con un video di massimo 90 secondi che Panorama pubblicherà sul suo sito.

Alla formazione e al lavoro si aggiunge anche il supporto delle università, che ospiteranno di volta in volta gli incontri tra startupper, venture capitalist ed esperti di innovazione per discutere della possibilità di fare impresa e delle opportunità del territorio.

Inoltre Panorama d’Italia dedicherà la mattina del venerdì ad attività di orientamento al mondo del lavoro destinati a giovani diplomati, laureandi e laureati, realizzate in collaborazione con HRCommunity Academy Italia. "I giovani che attraverso Panorama.it si registreranno all'iniziativa - spiega Giordano Fatali, presidente dell'azienda - avrnno la possibilità di partecipare a tavole rotonde e incontri individuali con i responsabili delle risorse umane delle principali aziende del territorio.

La tappa di Milano: quella del capoluogo lombardo sarà una tappa speciale del tour, con una durata straordinaria di 7 giorni, in cui si moltiplicheranno eventi e iniziative.

Tra queste, Panorama darà vita anche ad un innovativo progetto formativo. Attraverso il coinvolgimento diretto della redazione con le scuole superiori milanesi, verrà realizzata un’edizione speciale del giornalino scolastico da distribuire durante gli eventi in programma. Successivamente i ragazzi avranno l’occasione di partecipare a stage formativi direttamente tra le scrivanie della redazione del newsmagazine.

La partnership per la solidarietà: la charity partnership con la Lega del Filo d’Oro si rinnova anche per il 2016, ma quest’anno si evolve con un progetto, illustrato dal direttore generale Rossano Bartoli: "Contribuire alla realizzazione del nuovo Centro di Osimo, una casa tutta nuova per i sordociechi e i pluriminorati sensoriali. Un grazie a Panorama d'Italia anche perché, in questi anni, ci ha consentito di dialogare meglio e più facilmente con le istituzioni".

La raccolta fondi prende vita grazie alla collaborazione con Cruciani, che per l’occasione ha realizzato un braccialetto in edizione limitata che sarà venduto in esclusiva  nelle location degli eventi del tappe del tour e sul sito di Lega del Filo d'Oro.

I contributi derivanti dalla vendita del braccialetto saranno interamente destinati alla causa della Onlus.

Mentre un info point di Panorama d’Italia sarà presidio fisso per tutta la durata della tappa, in altre zone della città si alterneranno eventi istituzionali e momenti di spettacolo.

Gli scrittori più prestigiosi dei libri in uscita saranno protagonisti di speciali incontri d’autore, mentre ad attori e registi sarà in particolare dedicato l’appuntamento riservato al cinema a cura di Piera Detassis, direttore di Ciak e presidente della Fondazione Cinema per Roma.

Cantanti e musicisti saranno coinvolti in interviste esclusive e concerti interamente gratuiti.

Oltre agli incontri e i dibattiti con esponenti di rilievo nazionale della politica e dell’imprenditoria, Panorama d’Italia sarà anche l’occasione per riscoprire le bellezze del patrimonio artistico del luogo, grazie a una visita guidata da Vittorio Sgarbi alle opere d’arte più rappresentative.

In più quest’anno Panorama organizza, in collaborazione con i comuni, speciali visite guidate in palazzi e altri luoghi d’arte generalmente chiusi al pubblico, per scoprire i tesori nascosti di ogni città.

Spazio poi anche alle eccellenze enogastronomiche con show cooking ad opera dei migliori chef e incontri con personalità del mondo food.

Ogni sabato infine sarà il turno del direttore di Chi Alfonso Signorini che inviterà di volta in volta un personaggio dello spettacolo per un talk show esclusivo.

Panorama d’Italia online
I principali incontri saranno visibili in diretta su Panoramaditalia.it, sul canale Panorama.tv.

Solo lo scorso anno infatti sono state trasmesse più di 160 ore di eventi in streaming oltre ad aggiornamenti in tempo reale, foto e video dalle tappe in corso.

Nel sito dedicato al tour anche quest’anno sarà disponibile un’area per la registrazione agli eventi, che garantirà un abbonamento gratuito di tre mesi all’edizione digitale di Panorama.

Sui principali social network si potranno condividere tutte le impressioni e le esperienze dagli eventi di Panorama d’Italia usando l’hashtag #panoramaditalia. L’account Twitter @panoramaditalia commenterà in tempo reale tutti i momenti più significativi coinvolgendo i protagonisti degli incontri. Solo lo scorso anno gli utenti della community sui social sono stati 276.500, con 2.780.00 visualizzazioni complessive solo su Facebook.

I partner
Panorama d’Italia può contare sul supporto di partner di alto livello, accomunati dall’impegno nella valorizzazione delle eccellenze italiane nel territorio. Tra questi: Autostrade per l’Italia, Banca Mediolanum, Cobat, Cruciani, Eicma, Enel, Eni, IBM, Invitalia, Università Telematica Pegaso, Poste Italiane e TgCom24 Mediaset. La charity partnership con la Lega del Filo d’oro accompagnerà tutte le date del tour. Tappa per tappa, inoltre, sono attive media partnership con i principali quotidiani, tv e radio locali.  

“Panorama d'Italia è realizzato in collaborazione con Triumph Group International, per produzione esecutiva, organizzazione e logistica, mentre la piattaforma e la strategia digitale sono curate da H2H.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>