Politica

Terzi: "Assad: siamo al conto alla rovescia"

"Ha scalato il livello di violenza", dice il Ministro degli Esteri in Esclusiva a Panorama

Il Ministro degli Esteri, Giulio Terzi, in Esclusiva per Panorama (Credits: Mauro Scrobogna /LaPresse)

«Il conto alla rovescia per il regime Assad è iniziato». Così si esprime il ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Sant’Agata, in un’intervista che il settimanale Panorama  pubblicherà sul numero in edicola da domani, giovedì 5 luglio.
«Assad ha scalato senza sosta il livello di violenza» sostiene il ministro «e ora cerca, con episodi come l’abbattimento del jet turco, di portare la destabilizzazione fuori dai suoi confini.

Per aiutare la transizione democratica, secondo Terzi «l’Italia non ha mai pensato di incoraggiare gruppi islamici presenti in Siria né di armare l’opposizione. Per noi bisogna seguire l’esempio del Dialogo nazionale libanese: riunirsi tutti attorno a un tavolo (al quale Assad, ormai, non si potrà sedere). In Libano sta funzionando, in Siria toglierebbe elementi alla retorica del regime».

Nell’intervista con Panorama il ministro si esprime poi con cautela sull’opposizione siriana, perché «già è difficile fidarsi degli amici nei momenti di pace, figurarsi di questi interlocutori in situazioni di conflitto». Di sicuro, però, non ci sarà un intervento in stile libico: «L’operazione libica si doveva fare per evitare un genocidio, ma attenzione: non è assolutamente un modello replicabile».

© Riproduzione Riservata

Commenti