Politica

Perché Nunzia De Girolamo è tornata in Forza Italia

L'ex ministro abbandona Ncd e riabbraccia (politicamente) Berlusconi, dal quale in realtà non si era mai allontanata

 

Dopo la tribolata esperienza nel Nuovo Centrodestra, la formazione neoconservatrice nata da una scissione di Forza Italia alla vigilia delle elezioni del 2013, Nunzia De Girolamo torna nella casa-madre, tra le fila del partito che l'ha lanciata, all'insegna di un rapporto, anche personale, con Silvio Berlusconi che non si è mai incrinato nemmeno nei giorni delle più furibonde polemiche tra il Cavaliere e il suo ex delfino Angelino Alfano.

Una decisione in realtà già annunciata da tempo, almeno da fine agosto, quando l'ex pasionaria berlusconiana aveva già dichiarato le sue intenzioni a Il Tempo, in un'intervista dove aveva ribadito il suo rifiuto a "barattare i valori di centrodestra per un posto al sole" e la sua netta contrarietà a un progetto che, secondo la politica beneventina, aveva finito per trasformare Ncd in una propaggine  del renzismo. Senza autonomia, senza l'ambizione di rifondare il centrodestra su basi europee, senza una visione altra della politica, diceva, che non fosse quella del governo e sottogoverno nell'esecutivo Renzi.  

LE DIMISSIONI DAL GOVERNO LETTA
I maligni, soprattutto dentro al suo partito, avevano subito voluto vedere dietro la scelta di De Girolamo l'intenzione di vendicarsi contro Alfano, per non averla difesa (anzi, averla sacrificata) quando scoppiò lo scandalo delle intercettazioni che le erano costate il posto di ministro dell'Agricoltura ai tempi del governo Letta. Ma chi conosce Nunzia De Girolamo, coniugata con il parlamentare democratico Francesco Boccia, sa che, tra tutti coloro che avevano deciso di abbandonare Forza Italia, lei era in qualche modo l'unica che non solo non ha mai detto una parola contro Berlusconi, ma che Berlusconi stesso - anche nei momenti di più alta tensione politica - le ha sempre riservato un trattamento di favore, affettuoso, quasi che ne capisse, e ne giustificasse, il suo percorso.

L'INCONTRO CON IL CAVALIERE
Leggenda vuole che la sua amicizia con Berlusconi sia nata a Napoli, nel lontano 2007, nel corso di una manifestazione di Forza Italia, quando l'intraprendente Nunzia - superata la siepe di fan che lo accerchiava - gli consegnò un pupazzo con il suo numero di telefono e il suo nome. L'anno successivo, dopo essere stata promossa coordinatrice del partito a Benevento, con soli 32 anni sulle spalle, era già parlamentare di Forza Italia. Ora ritorna a casa, quella casa - a dispetto delle ironie sulla coppia delle larghe intese Boccia-De Girolamo - dalla quale in qualche modo non si era mai allontanata.

© Riproduzione Riservata

Commenti