Politica

Forza Italia: al via la campagna di Ferragosto

Manifesti, aerei, social network: ecco la strategia comunicativa per il rilancio del partito creato da Silvio Berlusconi

Il nuovo manifesto di Silvio Berlusconi e Forza Italia

E' la prima campagna di Ferragosto in grande, “almeno quanto era possibile in tempi brevi”, spiega Antonio Palmieri, l'uomo a cui da 20 anni Silvio Berlusconi affida la comunicazione politica e responsabile web di quella che fu la Forza Italia delle origini, poi Pdl e oggi nuovamente Forza Italia in stile 2.0.

Uno sforzo organizzativo reso urgente e necessario dal precipitare degli eventi delle ultime settimane: dalla condanna definitiva in Cassazione alla procedura per la decadenza da senatore del Cavaliere e la sopraggiunta incandidabilità per effetto della legge Severino.

Uno tsunami giudiziario che avrebbe abbattuto chiunque ma non lui, non Silvio Berlusconi “un uomo certamente ferito nell'intimo per l'ingiustizia subita – spiega Palmieri – ma tutt'altro che rassegnato e anzi con la determinazione di esserci ancora”.

Ed è proprio questo il messaggio che milioni di italiani si vedranno recapitare direttamente nei loro luoghi di villeggiatura. Niente lettere nelle cassette della posta, nessuna ospitata nei talk show sopravvissuti ai palinsesti estivi e nemmeno iniziative di piazza.

Ai bagnanti che in questi giorni affollano i litorali basterà alzare lo sguardo verso il cielo giovedì 15 agosto o digitare sui proprio palmari, comodamente sdraiati sui lettini, www.forzasilvio.it per mettersi in testa che c'è ancora un Berlusconi in campo e quel Berlusconi è ancora Silvio, che il Cavaliere non è solo ma con lui c'è un popolo che lo sostiene e che l'approdo è la nuova Forza Italia.

GLI AEREI

“Silvio libero”, “Forza Italia, Forza Silvio”. Sono gli striscioni che compariranno nei cieli italiani sulle principali località di villeggiatura nel giorno di Ferragosto. “Non è la prima volta che lo facciamo – ricorda ancora Antonio Palmieri – è un'iniziativa che ci piace, festosa e non invasiva. I bambini ne sono entusiasti e la loro attenzione cattura anche quella degli adulti”.

I MANIFESTI

Sono circa 2.000 6x3 e 4x3 dislocati nelle principali città italiane nelle aree di servizio lungo le autostrade. Al centro ci sono le persone, i sostenitori di Silvio, e da una parte, su un palco, Silvio Berlusconi. La scritta “Ancora in campo per l'Italia” e il simbolo di Forza Italia per dare immediatamente una realizzazione grafica delle parole pronunciate da Berlusconi lo scorso 4 agosto durante la manifestazione in via del Plebiscito: “Sono qui, non mollo”.

IL SITO

Domenica scorsa Antonio Palmieri ha inviato una mail a tutti gli iscritti al sito del Pdl con un link che rimanda a una pagina da cui è possibile scaricare e condividere tutti i materiali della campagna attraverso social network e indirizzi di posta elettronica. “Internet è infatti lo strumento più comodo per chi vuole mobilitarsi e sostenere la nascita della nuova Forza Italia durante il periodo estivo”.

LA RETE

“Le piazze virtuali sono luoghi di relazione che vanno continuamente alimentati e che ormai svolgono un ruolo fondamentale in campagna elettorale come è stato dimostrato 6 mesi fa”. Come riportato anche da una ricerca del Sole 24 Ore, quella del Pdl, alle scorse elezioni, è stata una delle più efficaci per qualità e quantità. Citata anche da Gianni Riotta come esempio interessante della cosiddetta “pratica della convergenza”, ossia della immediatezza con cui il messaggio del leader viene diffuso viralmente attraverso i social.

FACEBOOK E TWITTER

La pagina Facebook di Silvio Berlusconi conta 528mila “Mi piace”. “Anche se non sono tutti sostenitori, è utile e interessante il dibattito che alimenta la portata della pagina stessa. Molto spesso è proprio dai commenti su Fb che tiriamo fuori spunti per la comunicazione tradotti poi in infografiche”. Sistematicamente Antonio Palmieri mostra a Silvio Berlusconi una sintesi di ciò che viene postato su Fb e Twitter. “Il Cavaliere ha capito l'importanza della rete fin dal 1995 quando, dopo i Radicali, fummo il primo grande partito in Italia ad approdare on line”.

Dunque niente videomessaggi, incursioni televisive, messaggi alla nazione, comparsate in spiaggia tra i bagnanti come si era detto qualche giorno fa? “No, non ci saranno iniziative balneari di questo tipo, ma non escludiamo niente. Tutto quello che sarà necessario fare, lo faremo al momento opportuno”.

Silvio c'è, insomma. Il suo popolo pure e non molla.

© Riproduzione Riservata

Commenti