silvio-berlusconi
Politica

Berlusconi: "Pronto a discutere con Renzi per rifare la legge elettorale"

L'ex premier apre alla possibilità di dialogo sull'Italicum, in caso di vittoria del No al referendum

Si fa sempre più duro lo scontro sul referendum tra liti e scambi di accuse tra i due fronti. Con una novità rappresentata dall'apertura di Silvio Berlusconi sulla legge elettorale. Il cavaliere si è detto disponibile a sedersi al tavolo con Matteo Renzi per ridisegnare L'Italicum.

- LEGGI ANCHE: Referendum costituzionale, accuse e colpi bassi

- LEGGI ANCHE: Referendum costituzionale, cos'è e come funziona

- LEGGI ANCHE: Italicum, le possibili modifiche

"È indispensabile sedersi al tavolo per fare una nuova riforma e una nuova legge elettorale" ha detto Berlusconi nel corso della rtrasmissione Matrix,  a chi gli chiedeva se fosse disposto a rimettersi al tavolo con Renzi se vincesse il no, per cambiare la legge elettorale. "Questa riforma trasformerebbe in peggio questo Paese. Bisogna togliere il ballottaggio, fare il proporzionale che porterà ad un governo che rappresenta la maggioranza degli italiani".

L'ex presidente del Consiglio ha parlato anche di un passato colloquio con il presidente della Repubblica. "Abbiamo parlato della situazione italiana e se vince il no non cambia nulla, non succederà nulla e si apre la possibilità di una riforma della costituzione molto diversa e positiva". 

Da Matteo Renzi, intanto, un invito ad abbassare i toni sul dibattito pre referendum. "La Costituzione va rispettata sempre sia da chi vuole cambiarla sia da chi vuole tenerla, l'art.138 dice che ci vuole un voto referendario sulla riforma. Alla sfida bisogna andare con leggerezza e con un sorriso. Ho detto ai miei: basta replicare alle accuse, rispondiamo nel merito". 

© Riproduzione Riservata

Commenti