Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Esteri

Cina: dopo la condanna di Wang Lijun, si aspetta il verdetto per Bo Xilai

Il super-poliziotto di Chongqing sconterà 15 anni di carcere. E ora la Cina attende con impazienza il processo di Bo Xilai

Wang Lijun in tribunale (Credits: AP Photo/CCTV via AP video)

Il tribunale di Chengdu ha condannato a 15 anni di prigione Wang Lijun, il poliziotto di Chongqing che ha innescato il più clamoroso scandalo politico nel Partito comunista cinese degli ultimi vent'anni. Quello che ha portato all'epurazione del potentissimo Bo Xilai .

C'è chi la definita una sentenza mite, ma è possibile che l'agente cinese si aspettasse qualcosa in più per aver fornito al Partito una scusa più che valida per liberarsi definitivamente dell'eccentrico maoista di Chongqing. Tant'è che dopo aver chiesto asilo politico agli Stati Uniti il 6 febbraio scorso, uscì dal consolato americano di Chengdu "di sua spontanea volontà". Dopo aver "chiacchierato a lungo" con l'allora vice-sindaco della metropoli guidata da Bo Xilai.

Cosa gli sia stato promesso in quell'occasione non lo sapremo mai. Tuttavia, era impossibile sperare che con l'interesse con l'apprensione con cui è stata seguita la saga di Chongqing il Partito potesse permettersi di non punire un uomo che, in fin dei conti, ha tradito la nazione. Da qui la necessità di formulare una condanna "senza sospensioni", come è invece successo nel caso di Gu Kailai , la moglie di Bo Xilai, riconosciuta come principale responsabile dell'omicidio dell'uomo d'affari britannico Neil Heywood, la vicenda da cui è partito lo scandalo.

Quindici anni di reclusione, però, non sono così tanti. Il che vuol dire che la Corte ha tenuto conto del contributo fondamentale di Wang Lijun alla caduta di Bo Xilai. Da mesi sotto inchiesta per "gravi violazioni disciplinari". E di cui è probabile conosceremo il destino prima che il 18° Congresso del Partito (previsto per ottobre) sia convocato.

Qualche giorno fa l'agenia di stampa cinese ha raccontato che "Bo Xilai ha dato uno schiaffo a Wang Lijun" quando quest'ultimo lo ha aggiornato sul coinvolgimento della moglie nell'omicidio Heywood. Possibile che basterà questa accusa a incriminarlo? E che pena deciderà di fargli scontare il Partito? Fra pochi giorni molto probabilmentelo sapremo. E a chi vuole azzardare qualche previsione ricordiamo che Bo Xilai è pur sempre un (ex) funzionario del Partito. E che proprio per questo non potrà essere umiliato. Per evitare di creare nuovi appigli per (ri)mettere in discussione la credibilità di un governo che sta già attraversando una fase molto difficile e delicata .

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>