Esteri

Putin: "L’Italia ci riavvicinerà all’Europa"

Mentre cresce la tensione in Ucraina (e arrivano altre sanzioni contro la Russia), una battuta dello zar del Cremlino getta nuova luce sui rapporti Roma-Mosca

Putin, lo zar del Cremlino – Credits: Getty

L'escalation fra Russia e Occidente non si ferma. Mentre gli ispettori Osce erano tenuti sotto sequestro dai separatisti ucraini filo-russi a Slaviansk, gli Usa e l’Ue si preparavano a lanciare nuove sanzioni contro Mosca. Secondo il presidente statunitense Barack Obama, l’embargo fa parte di uno "sforzo calibrato" per cambiare il comportamento della Russia in Ucraina. Accusata dall’Occidente di sostenere i miliziani filo-russi che occupano gli edifici pubblici nelle città dell’Ucraina orientale, Mosca rischia l’isolamento.

Per uscire dall’accerchiamento occidentale, lo zar del Cremlino sta intessendo una fitta rete diplomatica, al cui centro c’è l’Italia. Panorama gli ha strappato alcune dichiarazioni durante un briefing a porte chiuse a Mosca. Putin ha detto che, con il semestre di presidenza italiano della Ue a partire dal 1° luglio, la Russia attende un "nuovo impulso" per le relazioni con l’Europa. "Noi con l’Italia non abbiamo semplicemente buoni rapporti" ha spiegato. "Sullo scacchiere europeo, l’Italia è uno dei più importanti partner economico-commerciali. In Italia c’è forte consenso sociale verso uno sviluppo delle relazioni con la Russia. E anche noi teniamo in gran conto i rapporti con l’Italia. Ricordo che Silvio Berlusconi è stato l’iniziatore della creazione del Consiglio Russia-Nato. Purtroppo tale relazione al momento è congelata, resta il fatto che Berlusconi ha dato il la". Putin ha sottolineato che i rapporti sono ottimi anche con il nuovo premier Matteo Renzi. "Nonostante il cambio di governo, l’Italia ha un atteggiamento di disponibilità e di collaborazione con la Russia".

Leggi Panorama Online

© Riproduzione Riservata

Commenti