News

Il mondo sarà delle città

Uno studio dell'Onu rivela come nei prossimi anni aumenteranno sempre più le megalopoli a scapito di campagne e piccoli paesi

Tokyo, la più grande megalopoli del mondo con 38 milioni di abitanti – Credits: Getty

Oggi, il 54 per cento della popolazione mondiale vive in aree urbane, una percentuale che dovrebbe aumentare al 66 per cento entro il 2050. Alcune proiezioni mostrano che l'urbanizzazione combinata con la crescita complessiva della popolazione mondiale potrebbe aggiungere un altro 2,5 miliardi di persone a popolazioni urbane entro il 2050, con quasi il 90 per cento dell'aumento concentrato in Asia e in Africa; è quanto afferma un nuovo rapporto delle Nazioni Unite , lanciato oggi.

- Lo studio

Lo studio rileva che la grande crescita urbana si terrà soprattutto in India, Cina e Nigeria. Questi tre paesi da soli rappresentano insieme il 37 per cento della prevista crescita della popolazione urbana mondiale tra il 2014 e il 2050. Nel 2050, l'India dovrebbe aggiungere 404 milioni di abitanti urbani, Cina 292 milioni e Nigeria 212 milioni.
 
La popolazione urbana del mondo è cresciuta rapidamente da 746 milioni nel 1950 a 3,9 miliardi di 2014. L'Asia, nonostante il suo basso livello di urbanizzazione, ospita il 53 per cento della popolazione urbana mondiale, seguita dall'Europa con il 14 per cento ed i paesi dell'America Latina e Caraibi con il 13 per cento.
 
La popolazione urbana mondiale supererà i sei miliardi entro il 2045. Gran parte della crescita urbana prevista si svolgerà nei paesi delle regioni in via di sviluppo, soprattutto in Africa. Come risultato, questi paesi dovranno affrontare numerose sfide per soddisfare le esigenze delle loro popolazioni urbane in crescita, anche per abitazioni, infrastrutture, trasporti, energia e occupazione, così come per i servizi di base (istruzione e sanità).
 
"La Gestione delle aree urbane è diventata una delle più importanti sfide dello sviluppo del 21° secolo. Il nostro successo o il fallimento nella costruzione di città sostenibili sarà un fattore importante nel successo del programma di sviluppo delle Nazioni Unite post-2015", ha dichiarato John Wilmoth, Direttore della Divisione Popolazione del Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite.
 
- Megalopoli 

La relazione rileva che, nel 1990, vi erano dieci "mega-città" con 10 milioni di abitanti o più, che erano casa per 153 milioni di persone (poco meno del sette per cento della popolazione urbana mondiale in quel momento). Nel 2014, ci sono 28 mega-città del mondo, che ospitano 453 milioni di persone (circa il 12 per cento degli abitanti delle città di tutto il mondo). Di 28 mega-città di oggi, sedici si trovano in Asia, quattro in America Latina, tre in Africa e in Europa, e due in Nord America. Nel 2030, il mondo è proiettato ad avere 41 mega-città con 10 milioni di abitanti o più.
 
Tokyo rimane la città più grande del mondo con 38 milioni di abitanti, seguita da Delhi con 25 milioni, Shanghai con 23 milioni, e Città del Messico, Mumbai e San Paolo, ciascuno con circa 21 milioni di abitanti. Osaka ha poco più di 20 milioni, seguita da Pechino con poco meno di 20 milioni. L'area di New York-Newark e Cairo completano le prime dieci aree urbane più popolose con circa 18,5 milioni di abitanti ciascuna.
 
Sebbene la popolazione di Tokyo dovrebbe diminuire, rimarrà la città più grande del mondo nel 2030 con 37 milioni di abitanti, seguita da vicino da Delhi, la cui popolazione è destinata ad aumentare rapidamente a 36 milioni nel 2030. Mentre Osaka e New York-Newark sono stati il mondo secondo e il terzo più grandi aree urbane nel 1990, nel 2030 sono proiettati a cadere in classifica le posizioni, rispettivamente 13 ° e 14 °, come mega-città nei paesi in via di sviluppo diventano più importanti.
 
- Piccole città

Nel complesso, quasi la metà dei 3,9 miliardi di abitanti urbani del mondo risiede in relativamente piccoli insediamenti con meno di 500.000 abitanti, mentre solo circa uno su otto vive in 28 megalopoli con 10 milioni di abitanti o più. Molte delle città in più rapida crescita nel mondo sono relativamente piccoli insediamenti urbani.
 
- Popolazioni rurali 

La popolazione rurale del mondo è cresciuta lentamente dal 1950 e si prevede di raggiungere il suo picco intorno al 2020. La popolazione rurale globale è ormai vicino a 3,4 miliardi di euro e dovrebbe scendere a 3,1 miliardi entro il 2050. Mentre l'Africa e l'Asia sono urbanizzazione rapida, le regioni sono ancora a casa per quasi il 90 per cento della popolazione rurale del mondo. L'India ha la più grande popolazione rurale con 857 milioni, seguita dalla Cina con 635 milioni.
 
- Urbanizzazione sostenibile 

La relazione rileva che un programma di pianificazione urbana di successo richiede che l'attenzione sarà data agli insediamenti urbani di tutte le dimensioni. Se ben gestite, le città offrono importanti opportunità di sviluppo economico e per ampliare l'accesso ai servizi di base, tra cui la sanità e l'istruzione, per un gran numero di persone. Fornire i mezzi pubblici, così come l'alloggio, elettricità, acqua e servizi igienico-sanitari per una popolazione urbana densamente popolata è in genere più economico e meno dannoso per l'ambiente che fornire un analogo livello di servizi a una popolazione rurale dispersa.
 
La revisione 2014 delle prospettive World Urbanization fornisce informazioni nuove e aggiornate sulle tendenze globali di urbanizzazione e la crescita della città. Tali informazioni sono di vitale importanza per definire le priorità politiche per promuovere lo sviluppo inclusivo, equo e sostenibile per le aree urbane e rurali simili. Riconoscendo l'importanza delle piccole città e paesi, questa ultima versione espande il numero delle città e prevede, per la prima volta, stime sulla popolazione e le proiezioni per tutti gli insediamenti urbani del mondo con 300.000 abitanti o più nel 2014.

© Riproduzione Riservata

Commenti