Esteri

Testate atomiche in Germania? Putin avverte Obama

L'ipotesi di un dislocamento di venti bombe nucleari nella base americana di Büchel riaccende lo scontro tra il Cremlino e la Casa Bianca

Obama e Putin

Obama e Putin al G20 del 2012 – Credits: Getty Imagines / ALEXEI NIKOLSKY

È durissima la risposta del Cremlino alla decisione di Washington di dislocare nel 2015 venti bombe atomiche tipo B61-12 nella base aeronautica di Büchel, nella regione tedesca della Renania-Palatinato. L'eventuale dispiegamento di nuovi armi nucleari in Germania, secondo il portavoce Dmitri Peskov, può portare alla violazione dell'equilibrio strategico in Europa e inevitabilmente aumenterà la tensione nel continente europeo. Se le voci sul programma nucleare americano fossero confermate, Mosca, ha fatto sapere il Cremlino, sarà costretta adottare le "opportune contromisure in risposta per ripristinare la parità".

Un ammonimento che ci riporta  dritti dritti verso quel clima di guerra fredda che sembrava essere stato superato dopo l'accordo congiunto sul nucleare iraniano e l'avvio di un faticoso dialogo sulla Siria.

LE ARMI DI PUTIN
Per ora il ministero della Difesa di Berlino ha rifiutato di commentare, mentre un portavoce del Pentagono, sentito dall'agenzia russa Sputnik, ha detto che gli Stati Uniti non ritengono di violare i trattati sulle armi nucleari. Ma la questione del dislocamento di venti testate nucleari a un tiro di schioppo dalla Russia non lascia certo indifferente lo zar del Cremlino che, perriportare gli americani a più miti consigli, ha numerose frecce al suo arco: il sostegno anche militare all'agonizzante regime siriano di Assad e la stabilizzazione dell'Ucraina, impossibile da raggiungere - per questioni insieme geopolitiche ed economiche - senza il contributo della Russia.

© Riproduzione Riservata

Commenti