Esteri

Difficile colpire l'arsenale chimico di Assad

Lo scrive stamane il Time: il Pentagono punta a uno strike contro i classici obiettivi militari

La distruzione degli arsenali chimici in Siria potrebbe risultare molto più complessa di quanto si creda, anche per una superpotenza come gli Stati uniti, anche con un attacco aereo di precisione. Senza contare che tra gli effetti collaterali di un bombardamento a tappeto contro i siti che ospitano le famigerate bombe chimiche siriane ci potrebbe essere lo sterminio di migliaia di civili, costretti dalla deflagrazione a respirarne i vapori velenosi.

È per questo che i piani del Pentagono prevedono di colpire, non già i siti segreti dei siriani, ma i più classici obiettivi militari. Lo scrive stamane il Time. Che aggiunge: i servizi segreti alleati  non conoscono nemmeno l'esatta ubicazione  dei siti siriani che ospitano le armi chimiche del regime.

Continua a leggere

© Riproduzione Riservata

Commenti