Dopo la strage di Newtown: il telegiornale armato

La National Rifle Association ha creato una piccola redazione che produce programmi che vengono diffusi attraverso la radio e la web tv dell'associazione. Edward Cam, il conduttore, è ormai diventato una star per i gruppi pro-guns degli Stati Uniti

L'Attore Charlton Heston supporta la NRA (LaPresse/Jim Cole)

Si è presentato davanti al microfono in maglietta e con l'ormai mitico cappellino che lo accompagna da sempre, quello che lo ha reso uno dei personaggi più amati dai gruppi pro-gun degli Usa. Per una volta, per questa particolare volta, come ha spiegato , senza ospiti, senza inviati, senza video da mandare in onda. Lui, il suo pubblico e la strage di Newtown. Soltanto una settimana dopo, alcuni media si sono accorti che una delle voci più seguite della National Rifle Association, quella di Edward Cam, aveva parlato subito dopo il massacro della Sandy Hook School.

Venerdì, lo stesso giorno della strage, come previsto dal palinsesto della NRA News, il conduttore originario di Oklahoma City è andato in onda con il suo Cam & Company, uno dei due programmi prodotti dall'associazione accanto al The Daily News condotto da Jinny Simone. Scelta comunque non facile. Ma Edward ha accettato la sfida. Al microfono, ha raccontato che era in una Fast Food con i suoi figli quando ha avuto la notizia e ai suoi ascoltatori ha spiegato la strage del Connecticut con tutta una serie di ragioni - dalla mancanza di amore nel paese al degrado morale alimentato da film e canzoni - che però ne escludevano una: la libera circolazione delle armi private.

Per questo, Edward Cam, si è preso le durissime critiche dei media e dei blogger progressisti. Ma non ci ha fatto molto caso. E' abituato. Soprattutto a lui interessa parlare al suo pubblico. La missione editoriale del suo programma è quello di dimostrare la fondatezza delle tesi della NRA: per fermare le stragi nelle scuole si devono armare i professori e tenere corsi di addestramento; i cittadini americani devono avere la libertà di portare armi con loro, come dice il Secondo Emendamento della Costituzione, per difendersi dai possibili pericoli.

Ospiti del suo show, al telefono o in studio, sono i vertici della National Rifle Association, produttori d'armi (le grandi industrie, Smith & Wesson, Remington), politici favorevoli alla causa, amministratori locali che prendono iniziative a favore della libertà di porto d'armi, animatori di gruppi pro-guns (come Two Millions Bullets, un programma per introdurre i bambini o i giovani all'uso di armi da fuoco). Programmato dai circuiti radiofonici locali, diffuso attraverso il sito web dell'associazione, Cam & Company è seguito da centinaia di  migliaia di persone. Nell'ultima campagna elettorale è stato molto attivo. Contro Barack Obama e a favore di Mitt Romney.

In molti casi, i toni della trasmissione sono simili a quelli adottati dai tele-predicatori conservatori alla Glenn Beck: molto radicali. Non solo per merito di Cam, ma anche e soprattutto dei suoi interlocutori. Come quella volta che ha ospitato Bill Whittle per farlo parlare della sua affermazione sulla perdita di virilità dei maschi americani che non portano armi da fuoco e del cattivo esempio fornito da Scarlett Johansson nel film The Avengers per la sua capacità di battere i nemici a mani nude. "Donne americane, non fate come lei: comprate armi".

Toni che Edward Cam usa sul suo profilo Twitter. Eroe del Giorno Numero 3 (su di un messaggio del 12 dicembre): l'uomo che In Ohio ha ucciso a colpi di pistola un rapinatore e che non verrà incriminato. Ero del Giorno Numero del 13 dicembre: il proprietario di un magazzino in Texas che ha fatto scappare con un colpo di fucile un ladro. La comunicazione tra Cam e il suo pubblico passa attraverso questi messaggi.

Anche Jinny Simone, la giornalista che cura Daily News, è andata in onda il giorno della strage. Ha ospitato John Fund, uno dei commentatori della NRA. Il quale ha detto che l'origine del massacro della sandy Hook School è nella mente malata di colui che l'ha compiuta. E che non è aumentare il controllo sulle armi che può evitare episodi come questi. A suffragio della sua tesi, Fund ha detto che ben peggiori massacri si sono verificati in altri paesi dove, invece, esistono leggi restrittive sul porto d'armi da fuoco.

Edward Cam e Jinny Simone sono le due voci famigliari al grande pubblico della NRA.

© Riproduzione Riservata

Commenti