La guerra nascosta degli Usa contro l'Isis

Il Pentagono nega, ma le truppe speciali americane combattono già a terra contro l'Isis. La testimonianza del Daily Beast - Tutto su Isis

– Credits: Un soldato delle truppe speciali Usa (Getty Imagines / Scott Nelson)

Si sapeva, ma finora non c'era stata alcuna prova certa. Il Pentagono ha sempre smentito, ma allo stesso tempo ha fatto filtrare notizie sulla loro presenza. Ora, dall'inviato del Daily Beast arriva una testimonianza oculare diretta: le truppe speciali statunitensi combattono contro l'Isis. Sono fianco a fianco dei peshmerga curdi nella controffensiva contro il Califfato.

L'articolo di Ford Sypher è molto chiaro. Racconta dell'attacco dei curdi contro le postazioni dell'Isis nella zona di Zumar. Il giornalista americano racconta che dopo alcuni raid aerei statunitensi fatti nelle prime ore della mattina contro i miliziani islamici, i peshmerga iniziano la loro avanzata. La resistenza dell'Isis è maggiore del previsto perché le postazione di difesa sono state rafforzate con la presenza di nuovi miliziani giunte direttamente dalla Siria.

A un certo punto, la guida curda di Sypher gli dice che tra poco ci sarà una sorpresa: il cronista vede allora arrivare alcune Toyota scoperte, armate di tutto punto, con a bordo alcuni militari . Sono chiaramente occidentali, indossano uniformi senza mostrine e sembrano essere i tipici soldati delle truppe speciali statunitensi. Il convoglio scompare in pochi secondi in direzione della battaglia.

Sypher allora chiede chiarimenti ai capi dei peshmerga che si trovano con lui. Che confermano e rivelano. "Si, i soldati americani e quelli tedeschi sono qui e ci danno una mano per combattere l'Isis". Una delle prime testimonianze dirette del coinvolgimento militare occidentale sul terreno in Iraq contro il Califfato-

LEGGI L'ARTICOLO DEL DAILY BEAST

© Riproduzione Riservata

Commenti