Angelina Jolie pronta a scendere in politica

L'attrice più bella del mondo non esclude un suo impegno. Non sarebbe certo la prima star di Hollywood a farlo

– Credits: Angelina Jolie (Getty Imagines/ Anthony Harvey)

Chi non voterebbe per Angelina Jolie alla Casa Bianca? Chi non sarebbe tentato dal farlo visto la sua bellezza e il suo fascino? Se poi, si pensa al fatto che lei è una delle stelle di Hollywood più impegnate - è stata nominata ambasciatrice dell'Onu e si occupa di rifugiati -, è una delle donne più intelligenti dello star system, è facile immagine che il risultato sarebbe una quasi certa affermazione.Correrà per la Casa Bianca? Per il Congresso? Per la poltrona di governatore? Non si sa. Per ora si sa solo che lei non esclude di farlo.

Intervista dalla trasmissione televisiva Good Morning America, Angelina Jolie si è lasciata andare a una serie di battute dal tono semiserio quando le hanno chiesto se avesse mai pensato di scendere in politica. "Non so se possa essere preso come uno scherzo, ma non è detto che non lo faccia" - ha risposto al suo interlocutore. "Lo farei soltanto se pensassi realmente di poter essere utile" - ha poi proseguito. In fondo, ha concluso, tutti i mie scheletri sono stati tirati fuori dall'armadio.

 

Lo ha detto solo per schernirsi? Forse si, forse no. Angelina Jolie potrebbe "run for office", potrebbe candidarsi. Darsi alla politica. In fondo, sarebbe una naturale conseguenza del suo impegno a favore dei rifugiati per conto delle Nazioni Unite, del suo attivismo in progetti speciali come quello che la portò a costruire un villaggio in Cambogia, la terra dove avrebbe poi incontrato uno dei suoi due figli adottivi. 

La star di Hollywood ha poi spesso fatto capire come la pensasse. Si sa, per esempio, che non ama troppo Obama. Anzi, che è rimasta piuttosto delusa da lui, tanto da fare una dichiarazione pubblica contro di lui nel 2012.

Se dovesse scendere in campo, Angiolina non sarebbe certo la prima star a farlo. Molti, i suoi illustri predecessori. Da Ronald Reagan - arrivato a ricoprire il ruolo più alto - a Arnold Schwarznegger - stimato governatore della California; da Shirley Temple  - nominata ambasciatrice nell'Europa dell'Est - a Clint Eastwood - sindaco di un piccolo centro, da sempre repubblicano - autore alla convention del GOP del 2012 di una delle più spettacolari performance anti Obama degli ultimi anni.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti