Esteri

Obama a Cuba fa infuriare Mark Rubio

L'incontro con Raùl Castro previsto a fine marzo dopo quasi 90 anni dall'ultima visita di un presidente Usa nell'isola caraibica

obama_castro

Un'immagine dell'incontro tra Obama e il presidente cubano Raul Castro nel settembre 2015 – Credits: MANDEL NGAN/AFP/Getty Images

L'ultima visita di un presidente americano a Cuba risale al 1928. Il repubblicano Calvin Coolidge fu ricevuto dall'allora presidente cubano Gerardo Machado, dopo un lungo viaggio in treno da Washington a Key West, nel sud della Florida, per poi imbarcarsi di notte sulla corazzata Uss Texas che attraccò il giorno dopo al porto dell'Avana.

Ora, a oltre un anno dal disgelo siglato a fine 2014, a otto mesi dalla riapertura delle rispettive ambasciate e dal conseguente riavvio dei voli commerciali tra i due Paesi, sarà Barack Obama a recarsi sull'isola caraibica, per un faccia-a-faccia con Raul Castro che è stato calendarizzato dalla Casa Bianca a fine marzo.

Il viaggio di Obama a Cuba - che è stato ufficializzato su twitter - cade in un momento politicamente delicato, quando il suo secondo mandato sta per scadere, e i candidati repubblicani affilano le armi alle primarie per contendersi i voti dei reduci cubani.

Non sono ovviamente mancate le polemiche: "È una decisione assurda. Se io fossi presidente non prenderei in considerazione un viaggio del genere, se non in circostanze molto particolari. Un anno e due mesi dopo le aperture a Cuba, il governo cubano resta repressivo come sempre. Una dittatura" ha detto Mark Rubio, candidato alle primarie del GOP di orgini cubane.

Così è caduto il muro di Cuba
© Riproduzione Riservata