Quattro colpi di pistola alla schiena. Così è morto questa notte Boris Nemtsov, il principale oppositore di Vladimir Putin. Stava preparando un dossier sulla questione ucraina.

LEGGI QUI COME È STATO UCCISO

Il cordoglio e lo sdegno è stato finora enorme. A partire dai moscoviti che già dalle prime ore del mattino hanno iniziato a portare fiori sul luogo del brutale assassinio. Dal mondo, numerosi i messaggi di denuncia.

LEGGI ANCHE: COSI' PUTIN HA MESSO A TACERE LE OPPOSIZIONI


Barack Obama: "Gli Stati Uniti condannano il brutale assassinio di Boris Nemtsov, e chiedono al governo russo un'indagine imparziale e trasparente" per "portare coloro che ne sono responsabili davanti alla giustizia" ha detto il presidente in una nota diffusa dalla Casa Bianca. "Ho ammirato la coraggiosa dedizione di Nemtsov alla lotta contro la corruzione in Russia e la sua volontà di scambiare il suo punto di vista con me quando ci siamo incontrati a Mosca nel 2009".

L'uccisione dell'oppositore russo Boris Nemtsov "è una tragedia mostruosa e una perdita per tutti noi" ha scritto il blogger anti-Putin Alexiei Navalni sulla sua pagina Facebook. Navalni è tra gli organizzatori della marcia anticrisi di primavera prevista domani a Mosca, ma non potrà parteciparvi perchè condannato a restare 15 giorni dietro le sbarre, fino al 6 marzo, per aver distribuito in metropolitana dei volantini per promuovere la manifestazione domenica 15 febbraio. 

L'uccisione dell'oppositore russo Boris Nemtsov "è un dolore per me e per la mia famiglia". Lo scrive su Twitter l'ex oligarca russo anti-Cremlino, Mikhail Khodorkovski, graziato dal presidente Vladimir Putin alla fine del 2013 dopo una condanna a 10 anni di carcere. "Noi tutti lo amavamo - ha dichiarato Khodorkovski -. Era un pazzo, ma un ragazzo molto buono".

Il governo italiano "condanna nella maniera più ferma il barbaro omicidio di Boris Nemtsov e auspica un'indagine accurata che porti alla rapida individuazione e condanna dei responsabili" si legge in una nota di Palazzo Chigi.

"Il Presidente della Repubblica ha appreso del brutale assassinio di Boris Nemtsov avvenuto nel centro di Mosca. Con Nemtsov scompare una figura significativa ed un autorevole esponente dell'opposizione in Russia". Lo si legge in una nota del Quirinale. Mattarella esprime "l'auspicio che i colpevoli" siano "presto assicurati alla giustizia".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti