Ha fatto il giro del mondo la notizia di un ristorante israeliano che a Kfar Vitkin, a nord di Tel Aviv, ha deciso di offrire uno sconto del 50% a ebrei e arabi che pranzino insieme allo stesso tavolo. Kobi Tzafrir, proprietario dell'Hummus Bar, impressionato dall'ondata di terrore che ha investito il Paese, ha deciso di dare in questo modo un suo contributo al ritorno alla calma. 

Così si legge sulla pagina Facebook dell'Hummus Bar : "Avete paura degli arabi? Avete paura degli ebrei? Da noi non ci sono arabi, e nemmeno ebrei. Da noi ci sono solo persone e un hummus  arabo, originale ed eccellente. Anche il nostro falafel ebraico è prelibato. A chi restasse affamato riempiamo il piatto gratis: sia questi arabo, ebreo, cristiano, indiano o quant'altro''.

Il cibo servito è kosher (consentito secondo le regole religiose ebraiche), si precisa, e quindi anche halal (lecito secondo i precetti della legge islamica). L'offerta vale dalla domenica al martedì, con un'unica avvertenza: il locale serve fra l'altro birra, che potrebbe infastidire gli avventori islamici. La cosa è lasciata al tatto dei clienti ebrei che, in un gesto di amicizia, possono comunque ordinare per l'occasione bevande non alcoliche.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti