Isis: in ultimo video boia ha accento nord americano
Esteri

Isis, gli occidentali pronti a morire per l'Islam

Sarebbero oltre 20 mila gli stranieri arruolati nelle file della jihad, e oltre 3 mila provengono da Europa e Stati Uniti. La mappa interattiva

Secondo James Comey, numero Uno dell'Fbi, la propaganda dell'Isis per reclutare "foreign figthers" si rivolge alle "anime perse", offrendo loro "una vita gloriosa nel califfato". E evidentemente si tratta di un'esca efficace, poiché il numero degli occidentali che bussano alle porte dello Stato islamico per andare a combattere sotto la sua bandiera nera in Siria e Iraq continua a aumentare. Il National Counterterrorism Center Usa stima che i combattenti stranieri reclutati dall'Isis siano oltre 20 mila, da 90 Paesi diversi, e di questi almeno 3.400 sono arrivati dai Paesi occidentali. 

GUARDA LA MAPPA INTERATTIVA


In base alle stime, i foreign figthers rimasti uccisi finora sono il cinque o dieci per cento del totale, mentre un ulteriore 10-30 per cento ha lasciato le zone di guerra ed è rientrato nei loro Paesi d'origine, o è rimasto bloccato in Paesi di transito. Sostanzialmente, dunque, il numero dei delusi o pentiti sarebbe notevole. Anche perchémolti degli aspiranti jihadisti che affluiscono verso lo Stato islamico sono di fatto dei "debuttanti" del radicalismo militante, privi di radici nel mondo ultraconservatore islamico. Sono persone senza un vero retroterra religioso, catturate dal messaggio diffuso dall'Isis. 

© Riproduzione Riservata
tag:

Commenti