Esteri

Isis: bruciate vive 45 persone in Iraq

Erano membri delle milizie sunnite filogovernative. Sarebbero state bruciate ad al-Baghdadi, nella provincia di Anbar

Isis

Guerriglieri jihadisti di Isis – Credits: EPA/STR

Nuovo orrore firmato dall'Isis: i jihadisti avrebbero bruciato vive 45 persone ad al-Baghdadi, nella provincia di Anbar e a soli 8 km dalla base aerea di Ain Al-Asad, nell'Iraq
occidentale, dove 320 marines americani stanno addestrando i soldati della VII divisione irachena. Lo afferma senza dare altri dettagli un ufficiale della polizia locale, colonnello Qasim al-Obeidi, citato dalla Bbc. In precedenza si era appreso dell'uccisione di almeno 27 poliziotti iracheni nella stessa città. Le oltre quaranta persone uccise sarebbero membri della polizia e del Consiglio di Salvezza, milizie sunnite filogovernative.

L'Isis circonda da vari giorni una zona abitativa della zona di al Baghdadi, in cui vivono decine di famiglie, a cui cominciano a scarseggiare cibo, acqua potabile e beni di prima necessità. La provincia di al-Anbar è quasi tutta sotto il controllo dei miliziani fondamentalisti e al-Baghdadi, conquistata dall'Isis qualche giorno fa, era una delle poche città rimaste sotto il controllo del governo iracheno. La base di Ain Al-Asad ha subito negli ultimi giorni vari tentativi, finora falliti, di conquista da parte del gruppo fondamentalista.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le fonti di finanziamento dell'Isis

Le donazioni dei Paesi del Golfo, le tasse locali, il petrolio, i rapimenti, il furto di opere d'arte: ecco dove trova i soldi il gruppo di Al-Baghdadi

Commenti